Fuori ovunque Raptus 3 di Nayt, il suo nuovo disco interamente prodotto da 3D.

Attorno a Raptus 3 di Nayt si è creata una curiosità e attesa smisurata, soprattutto dopo quell’ottima perfomance al microfono di Real Talk e i singoli pubblicati nei mesi successivi: Animal, Fame con MadMan e Brutti Sogni, oltre che il precedente Gli Occhi Della Tigre (con all’attivo più di sei milioni di visualizzazioni su YouTube).

Tecnica, concetti e cambi di flow hanno sempre contraddistinto i brani del rapper di Isernia che ha così spiegato cosa l’ha portato a fare un disco come quello che andrete ad ascoltare:

“È ora che l’uomo si rimetta al centro prendendosi le proprie responsabilità e indagando le proprie colpe, lasciando da parte l’innocuità”

Non sempre le proprie responsabilità vengono prese, per superficialità o menefreghismo, quindi non possiamo che essere d’accordo con il pensiero di un Nayt desideroso di prendersi quello che gli spetta con l’ultimo volume di questa trilogia iniziata nel 2015.

Come detto in precedenza, Raptus 3 di Nayt è interamente prodotto dal fedele 3D per VNT1 ed è disponibile sia in formato fisico che digitale e vede al suo interno undici brani dove l’unico ospite al microfono è il noto rapper della Tanta Roba Label citato all’inizio dell’articolo.

I riflettori sono quindi, giustamente, puntati sul classe ’94 che su questo disco ha puntato molto. Al primo ascolto risulta essere molto vario, con sonorità differenti di brano in brano: quali frutti darà Raptus 3 di Nayt? Staremo a vedere, nell’attesa ve lo lasciamo in streaming su Spotify qua sotto.

Buon ascolto!

Commenti