Testo di Quella Foto Di Noi Due di Emis Killa.

Per ascoltare Quella Foto Di Noi Due clicca qui.

Non puoi capire cosa provo io
Le sensazioni quando ti ho vicina
Quando mi sveglio di prima mattina
E non ti trovo a letto, tu che ti alzi prima
Il tuo buongiorno sopra ad un biglietto
E il tuo rossetto sopra a una lattina
Sei fuori donna, dentro ragazzina
C’hai la testa in aria e l’aria sbarazzina
Questa vita è dura, ma non lo sai ancora
Cammini scalza sopra gli scorpioni
Creatura pura, ingenua per natura
Tu che credi ancora che vincano i buoni
Mi mandi fuori quando sto alla guida
E penso a fare i money, faccia da rapina
Mentre tu sorridi e guardi fuori imbambolata
Sopra gli aquiloni come una bambina
Perdo la bussola quando il tuo corpo
È riflesso dentro gli occhi miei
Ma queste strade so già dove portano
Baby, conosco a memoria i tuoi nei
So che ogni giorno è la solita storia
Ti guardi allo specchio e poi vai in paranoia
Ogni volta vorresti rifarti qualcosa
Ma giuro a me piaci così come sei

Ti ho vista cento volte dire “basta”, ma ormai
So che torni a casa un’ora dopo
Noi che assieme come se non invecchiassimo mai
Che siamo rimasti in quella foto di noi due
In cui tu stai ridendo e posi gli occhi sopra i miei
Anche quando tu sei sulle tue
E io c’ho i fatti miei perché io ci sono e tu ci sei
Non servono parole

Brilli come una cometa
Con quella faccia da dea
Manco dovresti essere qua
Ma sopra ad una moneta
Conta ogni giorno il best day
Voglio invecchiare con te, aay
Magari morire ad L.A.
E dopo mettere il replay
Questa vita baby è una partita a dadi
Ma fin quando ci si fida andiamo
Ti farò da guida e se per caso cadi
Nella loro invidia stringimi la mano
Se l’odio è un virus io m’ammalo poco
Perché la vita mi ha fatto un regalo
Con te che sei figa anche vestita in malo modo
La mia ispirazione, come Frida Kahlo
Se prima di incontrare te ogni mia storia durava due notti
Con te lo giuro farei due marmocchi
Simile a me però con i tuoi occhi
La casa piena di giochi
Mentre io in studio provo a fare i soldi
Saremo liberi o morti
Come se fossimo Clyde e Bonnie

Ti ho vista cento volte dire “basta”, ma ormai
So che torni a casa un’ora dopo
Noi che assieme come se non invecchiassimo mai
Che siamo rimasti in quella foto di noi due
In cui tu stai ridendo e posi gli occhi sopra i miei
Anche quando tu sei sulle tue
E io c’ho i fatti miei perché io ci sono e tu ci sei
Non servono parole

Commenti