“Yes Indeed” precede di pochi giorni il nuovo disco di Lil Baby, fuori il 28 maggio.

Mentre tutti i suoi fan stanno aspettando con ansia il mese prossimo per avere tra le mani il nuovo album ufficiale “Scorpion” – anticipato dai singoli di successo “God’s Plan” e “Nice For What” – Drake ha deciso di prendere parte alla realizzazione del singolo di Lil Baby, “Yes Indeed“, prodotto da Wheezy ed estratto dal disco in uscita “Harder Than Ever“.

Avere la possibilità di ospitare il rapper canadese nel proprio album è un’opportunità gigantesca per chiunque, dato che chissà quante persone metteranno in play quel determinato progetto solo grazie al singolo con il suo featuring. Se poi lo pubblichi prima della sua uscita, riesci sicuramente a farti un bel po’ di pubblicità.

L’artwork di “Yes Indeed” presenta nella parte superiore i colori del nostro Paese, collegati alla Ferrari ripresa in una barra di Baby diventata già tormentone: “Yellow Ferrari like Pikachu

La strofa maggiormente apprezzabile, tuttavia, è quella dell’ospite che ha dato vita ad un insieme di barre non banali in termini di metrica scelta, ben supportate dal suo flow (uno dei tanti a disposizione…) diventato ormai un marchio di fabbrica:

“The dash, it’s digi’, the schedule busy
My head in a hoodie, my shorty a goodie
My cousins are crazy, my cousins like Boogie
Life is amazin’, it is what it should be
Been here for ten but I feel like a rookie
I tell her, “look up” ‘cause it’s snowin’ in Tootsie’s
Booked for three years, man you can’t even book me”

In un periodo in cui le rime stanno quasi diventato un optional, sono apprezzabili performance come queste da personaggi ormai lontani dai canoni dell’hip-hop.

Ascoltate “Yes Indeed” e fateci sapere cosa ne pensate. Buon ascolto!

Commenti