“The Brown Tape”, la “nuova” versione di “Twelve Reasons to Die” di Ghostface Killah.

La storia di “The Brown Tape” è molto particolare. Ha tutto inizio il 16 aprile 2013, quando Ghostface Killah pubblicò il suo decimo disco da solista, “Twelve Reasons to Die”, un concept album ispirato dall’omonimo comic da lui stesso scritto assieme al compagno di crew RZA e altri ancora. Pochi giorni dopo ne fu pubblicata online un’altra versione, intitolata appunto “The Brown Tape” e prodotta interamente da Apollo Brown ma, tuttavia, restò disponibile sul web per poco tempo.

Oggi, dopo l’annuncio dello scorso dicembre, è nuovamente disponibile sulle piattaforme di streaming e non possiamo che gioirne: in una giornata ricca di release di spicco negli States – come accade quasi ogni venerdì – fa piacere potere ascoltare le good vibes provenienti dagli strumenti di Apollo e dalla voce dell’MC del Wu-Tang Clan, non siete d’accordo?

Come anticipato prima, in “The Brown Tape” troviamo le medesime tracce “Twelve Reasons to Die” (eccetto l’ultima, la title track) rivisitate con il sound del top producer di Detroit e impreziosite, come nella versione originale, dalle collaborazioni di alcuni membri del Wu e non solo: Inspectah Deck, U-God, Masta Killa, Cappadonna, William Hart, Killa Sin, oltre che RZA che ha deciso di aggiungere il suo prezioso contributo in tre brani.

Ricordandovi che di “Twelve Reasons to Die” è presenta anche un secondo capitolo (“Twelve Reasons to Die 2“), vi lasciamo con lo streaming di questo progetto targato Ghostface Killah e Apollo Brown. Buon ascolto!

Commenti