Il rapper dei Dilated Peoples torna “Weather Or Not”, un album ricco di stile.

Evidence sta passando un inizio di 2018 veramente ricco di novità: il 12 gennaio ha pubblicato il videoclip ufficiale del singolo “10.000 Hours” in collaborazione con la leggenda Dj Premier, seguito pochi giorni dopo da “Lay Some Treats On Us“, inedito targato Step Brothers (a.k.a. lui e Alchemist) per celebrare i quattro anni dall’uscita di “Lord Steppington” e da “Aren’t U Glad You’re U”,  l’EP di un’artista da tenere sott’occhio, Domo Genesis, per cui ha coperto il ruolo di produttore esecutivo.

Tutto ciò, ha fatto da antipasto per la portata principale, ossia il suo quarto album ufficiale, “Weather Or Not“, divulgato a quasi 7 anni di distanza da suo ultimo disco solista, “Cats & Dogs”, e contraddistinto da un momento non molto semplice della la sua vita privata, vista la malattia della moglie che, giustamente, ha fatto rinviare il tour europeo nel quale era inclusa una data italiana.

Un post condiviso da @evidence in data:

Nonostante ciò, ha dato vita a “Weather Or Not”, un album ricco di rap, metrica, delivery e di tutto ciò che non può che far piacere agli amanti del rap classico: sedici tracce (più una bonus track) prodotte da maestri come The Alchemist, Budgie, DJ Babu, Nottz, Samiyam, Twiz The Beat Pro, il già citato Premier e lo stesso Evidence. Al microfono, invece, troviamo diversi ospiti, da Styles P a Rapsody, passando per l’eclettico Alchemist, Catero, Defari, Jonwayne, Khrysis, Krondon, Mach-Hommy e Rakaa Iriscience.

La sua pubblicazione – un toccasana per la scena hip-hop – è stata accompagnata da uno streaming completo del disco diverso dal solito, ossia da un video in bianco e nero diretto da Jokerr e girato dal vetro di un auto che gira (probabilmente) per Los Angeles con in sottofondo tutti i brani del disco.

Che dire, non ci resta che augurarvi un buon viaggio in compagnia di Evidence e del suo “Weather Or Not”!

Commenti