Dr. Dre ha rivelato di star lavorando ad un paio di tracce inedite che faranno parte di “Detox”.

Correvano i primi anni duemila quando Dr. Dre veniva considerato a tutti gli effetti come il producer n.1 del mondo, elogio che avrebbe continuato ad indossare sino ai giorni nostri. “The Chronic” e “2001” ci hanno messo veramente poco a diventare dei classici così come ci ha impiegato poco il suo status ad ingigantirsi in modo sproporzionato. Dr. Dre è uno dei padri fondatori del West Coast, di quel suono e di quell’attitudine che oggi fanno scuola in tutto il mondo. 

L’immediato successo degli album precedenti però non avevano riempito la pancia a Dre che, nei mesi successivi, si era premurato di svelare dettagli ed informazioni su un nuovo album che con tutta probabilità avrebbe dovuto prendere il nome di “Detox“. Come potete immaginare, quell’annuncio permise a quest’album, ancora fittizio o in lavorazione, di divenire un’icona in fatto di hype. I nomi annunciati al suo interno erano tra i più disparati: da Jay-Z a 50 Cent, da Snoop Dogg a Nas, da Alicia Keys ad Eminem. Per iniziarne la campagna promozionale rilasciò persino due singoli che non definiremmo come “brani qualsiasi”: “I Need A Doctor” con Eminem e Skylar Grey e “Kush” con Snoop Dogg ed Akon.

Il tempo trascorso però non ci ha dato alcuna risposta, immergendo l’intero progetto in uno stato di silenzio assoluto. Eppure un cenno importante lo abbiamo ricevuto con la colonna sonora di “Straight Outta Compton” che ha ottenuto non pochi riscontri positivi pur essendo una produzione più dal carattere commerciale. Fortunatamente però, un paio di giorni fa, un inviato della ESPN ha intercettato lo stesso Dre ad una partita dei tanto amati “Lakers” e non ha esitato nel rispolverare il tema “Detox” al quale lo stesso producer ha risposto: “Sto lavorando su un paio di tracce. Vedremo cosa succederà“.

La sua affermazione fa senza dubbio presagire tempi di gestazione ancora molto lunghi ma forse, questa volta, dovremmo davvero prepararci ad un ritorno ufficiale sulla scena di una leggenda simile? Sarebbe un evento fenomenale.

Commenti
Ho 21 anni e mi nutro quotidianamente di questa musica. Preferisco gli autori profondi a quelli superficiali e sono fermamente convinto che il rap possa veramente tirare fuori le persone dalla m*rda.