Leon Faun ripercorre il suo vissuto in Pioggia

Leon Faun pioggia

Dopo C’era Una Volta, torniamo a parlare di Leon Faun in data odierna in occasione del rilascio di Pioggia, il suo nuovo singolo in cui l’artista svela un lato più intimo di sè.

Pioggia, disponibile da oggi su tutte le piattaforme per Thaurus/ Island Records/ Universal Music Italia, vede una nuova produzione di Duffy.

Leon Faun rilascia un nuovo singolo: Pioggia

Vado a tempo con la pioggia, ogni goccia
Mi riporta a quella volta, questa porta a cosa porta?
Ma la pioggia, no, non mi tocca
Ma mi ricorda quella rabbia, quella noia, quella gabbia

La pioggia è l’elemento che per Leon Faun risveglia determinati ricordi e sensazioni e rievoca momenti dolorosi e di costrizione.

Nonostante la nostalgia che percepiamo, grazie allo stile originale e spumeggiante di Leon e alla produzione ricercata del fedelissimo Duffy, il brano non risulta affatto pesante e si allinea perfettamente alle uscite precedenti dell’artista di Occhi Lucidi.

Il brano sembra chiudere in un certo senso il percorso iniziato con il primo album in studio di Leon Faun datato lo scorso anno e pare avere anche una funzione di liberazione per lui, come possiamo leggere dalle parole che ha lasciato sui suoi social prima della pubblicazione del pezzo: “Sei mai stato bloccato in un fottuto labirinto d’idee? Io forse ho trovato l’uscita del mio”.

Pioggia, insomma, arriva in tempo per concludere il progetto che ha portato Leon alla ribalta e lo ha consacrato come uno degli artisti più originali per panorama urban italiano.

Pioggia di Leon Faun è fuori: non vi resta che metterla in play al link qui sotto.

Correlato:

  • Clicca QUI per leggere il testo di Pioggia di Leon Faun