Milky Way è il nuovo progetto dei XVI Religion aka XVI Barre.

Milky Way, o Via Lattea, è la galassia a cui appartiene il nostro sistema solare; è la galassia per eccellenza, poiché il nome deriva dal greco galaxias, latteo, utilizzato in epoca greca per designarla. Chi scrive si scusa per il breve momento Wikipedia, fondamentale per centrare a pieno il concept dietro a Milky Way, nuovo album dei XVI Religion.

Il progetto continua sull’onda hardcore ed esoterica dei suoi predecessori. Il concept si basa su un viaggio intergalattico all’interno di un universo abitato dalle più disparate forme di vita. Il gruppo alza decisamente il tiro, passando da “disegnare svastiche sul sole“, restando circoscritti nel sistema solare, a viaggiare per un universo intero.

L’intero viaggio vedrà la partecipazione di Bob Hillverm, speaker radiofonico intergalattico, come host e narratore che fa capolino lungo tutta la tracklist. Milky Way è un progetto ambizioso, duro all’ascolto per chi non ha una certa attitudine ma interessante e pieno di spunti. Lo si potrebbe considerare, forse, una versione più cupa del progetto Deltron 3030, storico disco dell’omonimo gruppo basato su un viaggio intergalattico.

Non solo un disco

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“MILKY WAY” è stato reso un inserto della rivista galattica “CRADLE”, la quale in occasione del grande successo del gruppo XVI RELIGION fra gli abitanti dell’universo, ha deciso di proporlo (come è solita fare per i gruppi di spicco delle varie galassie) nel proprio inserto musicale, utilizzando la mitica voce di BOB HILLVERM come host. Definire questo album “solo un album” risulterà riduttivo, dal momento che molte definizioni e fatti descritti nei testi di Jpk e Benni, saranno comprensibili ai terrestri solo leggendo la rivista CRADLE e viceversa. La rivista tratta tematiche galattiche ed extragalattiche che spaziano dallo sport più apprezzato dalle forme di vita conosciute “il Wiskle”,politica universale, cronaca, gossip, tecnologia, misteri irrisolti,benessere … fino ai cruciverba, all’astroroscopo e via dicendo … come una normale rivista Pop Terrestre, solo che è ambientata nello spazio profondo. Non vi resta che provare questo viaggio, e lasciarvi cullare dalle dolci melodie della XVI RELIGION, alla scoperta della grande comunità galattica di cui voi umani sarete presto parte. #milkyway #xvireligion #newalbum @jackburtonxvi @bennixvi @michele_woof_xvi @johnprincekin

Un post condiviso da XVI RELIGION (@xvi_religion) in data:

Un universo di barre

Come scritto nel post appena sopra, il progetto Milky Way è costituito dal disco e da una speciale fanzina legata all’immaginario del disco.

I protagonisti di questo viaggio sono le penne JPK e Benni distesi sui tappeti sonori spaziali, cupi e a tratti allucinatori di Jack Burton, appoggiato a volte da Boulevard Pasteur. Gli altri artisti presenti nel progetto sono Krin 183, Mac Myc, Kappa-O, Zeboh e Dj Tech.

Il disco è un concentrato di barre che si apre cosi:

“Tu Parli del dolore, io Posso far Di Meglio, porto il Dolore Che non Svanisce al Risveglio”

E si chiude con queste barre:

“Identificarsi In ALTRI e poi sTrapparsi Per Ritrovare se stessi, Questa è pura follia… e Allora Dimmi addio”

Un finale angoscioso che lascia l’ascoltatore impietrito e dubbioso, per poi stravolgerlo con l’outro sinth pop che riesce ad amalgamarsi al filone del disco in maniera perfetta.

Milky Way è il nuovo disco dei XVI Religion, un progettodifficile all’ascolto ma che merita un ascolto. A nome di tutta la redazione di Rapologia vi auguro buon ascolto e buon viaggio intergalattico!

Commenti
blank
Sono cresciuto in paese nell'entroterra pugliese con orizzonti inesistenti ,un panorama in cui domina la noia e la monotonia. La scoperta del rap in questo contesto è stata l'America. Non ho sogni nel cassetto ma ,ho un sacco di inventiva ,idee e spunti e per di più dico e scrivo un sacco di cose nel corso della mia giornata ;con questi articoli spero di coniugare il tutto. Nella speranza che tutto ciò piaccia.