Fuori “Beerbongs & Bentleys”, l’attesissimo seguito del multi-platino “Stoney”.

Da venerdì scorso, è disponibile in tutti gli store il secondo album in studio di Post Malone, dopo essere stato programmato inizialmente per una release a dicembre. Il disco dell’eclettico rapper/cantante è un progetto corposo, composto da 18 tracce, tra le quali spiccano “Rockstar” con 21 Savage (#1 nella Billboard Hot 100), “Psycho” con Ty Dolla Sign (#2) e “Candy Paint” (#50) utilizzato nella colonna sonora di “The Fate Of The Furious”. Ecco il particolare video con il quale Malone ha annunciato il lancio dell’album:

Un post condiviso da Posty (@postmalone) in data:

Il progetto, ad ora, ha riscosso soltanto pareri negativi dalla critica: durissima la recensione della celebre testata musicale Rolling Stone che ha bocciato “Beerbongs & Bentleys“, parlando di un eccesso di narcisismo e di testi che lasciano trasparire una sorta di ossessione per feste e donne facili. Molto spesso, critica e pubblico sono divisi in merito alla qualità di un disco e, come ben sappiamo, non è la prima decretare il successo di un album, tutt’altro!

Nonostante questo ostacolo, “B&B” sembra essere proiettato verso un brillante futuro: in corsa, infatti, per strappare a J. Cole il record per il maggior numero di streams su Spotify nella prima settimana, il seguito di “Stoney” ha già le carte in regola per una placca di platino. Tuttavia, dobbiamo riconoscere che questo traguardo è stato raggiunto grazie alle vendite ed agli streams di “Rockstar” e “Psycho”. Ebbene sì, da diverso tempo le vendite dei singoli contribuiscono ad incrementare quelle degli album (1 album = 10 canzoni = 1500 streams per una sola canzone). Anche Cardi B, qualche settimana fa, aveva ottenuto una placca d’oro per il suo album di debutto il giorno stesso della release, grazie ai numeri stratosferici fatti con i suoi primi due singoli.

Le collaborazioni registrate da Post sono davvero interessanti: Nicki Minaj, YG e G-Eazy sono soltanto alcuni degli ospiti di “Beerbongs & Bentleys” e, già ad un primo ascolto, possiamo affermare con sicurezza che qualche altra hit salterà fuori.

Cosa ne pensate dell’album? Vi lasciamo il link per l’ascolto su Spotify… enjoy!

Commenti