Rime, incastri e la realtà di un sedicenne che ama il rap: vi presentiamo Poison.

Il contesto musicale di nostro interesse, negli ultimi anni, è cambiato drasticamente: il rap sta diventando anche da noi il genere musicale più ascoltato e l’ondata trap stra travolgendo tutti, o quasi. Questo cambiamento, ovviamente, si ripercuote anche su tutti quegli adolescenti che iniziano a conoscere il rap adesso e si trovano davanti, ogni giorno, migliaia di trapper, codeine addicted, autotune e rime non chiuse.

La tentazione di ottenere view “facili” come loro, seguendo il trend del momento, è molto forte, ma fortunatamente c’è chi di tutto ciò se ne sbatte altamente e preferisce allenarsi sulla scrittura, portando sui beat tecnicismi e racconti di vita vera. Uno di questi è senza dubbio Poison, un classe 2001 di Cremona uscito di recente con un disco molto interessante per un ragazzo della sua età.

Rime e incastri ce ne sono a volontà in “Get Out“, questo suo EP targato Cockroach International Production e prodotto interamente da Loopin. Sei traccia che potete ascoltare in streaming o acquistare a soli 3€ sul sito della label, e di cui ce ne ha parlato lui stesso nel quinto episodio della seconda stagione di “Esperienze Radio“.

Ci fa sempre piacere portare sulle frequenze di Radio Onda D’Urto un po’ di sano rap. Tenete d’occhio il ragazzo perché merita davvero – qui la sua pagina Facebook.

Buon ascolto!

Commenti