Fuori oggi “Tutto Il Mondo È Quartiere (Remix)” di Ensi con Slava, Mosè Cov, Mr.Greg, Tommy Kuti e Yank.

Dati alla mano, che piaccia o no, l’Italia – in ritardo rispetto altri Paesi vicini – è sempre più una nazione multietnica. Nonostante il discorso Ius Soli non sia stato ancora digerito da molti, nel nostro Paese ci sono centinaia di migliaia di ragazze e ragazzi che si sentono italiani a tutti gli effetti e di fatto lo sono, se non fosse per il non possesso della cittadinanza.

Senza entrare in discorsi politici – per quanto in realtà la politica centri fino ad un certo punto in queste dinamiche – è innegabile che il rap, essendo uno strumento sociale potentissimo, debba dire la sua. Uno dei primi a parlarne fu senza dubbio Amir Issaa, ma per fortuna con il tempo altri hanno continuato a farlo, come l’ormai conosciutissimo Ghali, seppur in modo meno palese.

In questo scenario, Ensi ha deciso di pubblicare una nuova versione di “Tutto il mondo è quartiere – singolo contenuto nell’album “V” – che vede la partecipazione di diversi rapper emergenti italiani, tutti accomunati dalle loro origini, che affondano le radici lontano dal nostro Belpaese. Gli artisti in questione sono Slava, Mosè Cov, Mr.Greg, Tommy Kuti e Yank e hanno contribuito, anche con strofe in altre lingue, a rendere ancor più d’impatto questa traccia prodotta dai The Caesars.

In attesa di avere news sui nuovi lavori di Ensi e di tutti gli altri rapper, vi lasciamo a “Tutto il mondo è quartiere (Remix)“. Artwork by Moab.

Buon ascolto!

Correlato:

  • Guarda anche la nostra intervista a Paola Zukar in cui si parla anche di seconde generazioni.
Commenti