Un bel gesto o un’ostentazione? Fatto sta che il video di “God’s Plan” è un tripudio di buone azioni da parte di Drake.

Dopo i successi di “Views” e “More Life“, Drake ha fatto il suo ritorno ad inizio anno annunciando l’EP “Scary Hours” e pubblicando due inediti che fin da subito hanno migliorato la giornata di milioni e milioni di fan sparsi per tutto il mondo: “God’s Plan” e “Diplomatic Immunity”.

Da poche ore, abbiamo a disposizione il video di “God’s Plan” ed è stato boom di view all’istante (nel momento in cui scrivo sono già cinque milioni e non sono ancora passate ventiquattro ore dalle sua pubblicazione), come sempre succede per le clip dell’artista canadese. Tuttavia, questa volta, c’è stata una scintilla in più che ha fatto esplodere il contatore e ci è stata svelata all’inizio del video:

«Il budget per questo video è stato di $996.631,90»

Ma come? Quali effetti speciali deve aver usato per spendere quasi un milione di dollari per realizzare il video di “God’s Plan? Nessuno, anche se la regia di Karena Evans (che abbiamo già visto all’opera in “Mumble Rap” di Belly) ha ben rappresentato il mood della clip. In questi cinque minuti e cinquantacinque secondi di video possiamo vedere il lato umano di Drake – ma non solo, visto che sicuramente gli fa comodo mostrare tutto ciò – che, tra una scena e l’altra, ha donato di persona quella cifra alla gente di Miami, affermando infine che:

«Questa è la cosa più importante che io abbia mai fatto nella mia carriera»

Tanto di cappello, quindi, ad Aubrey Drake Graham che, attraverso queste grandi donazioni, ha voluto migliorare la giornata (o molto di più) di gente comune di Miami, degli studenti della Miami Senior High School e della University of Miami, oltre che dei senzatetto ospiti della Lotus House of Miami e dei vigili del fuoco della ben nota città dello stato della Florida.

Con l’augurio che non sia solo un gesto singolo ma che venga ripetuto anche prossimamente – come in passato hanno già fatto alcuni suoi colleghi come Jeezy, Chance The Rapper e altri ancora – vi lasciamo con il video di “God’s Plan”, sottolineando comunque  il fatto che è sempre meglio nutrire il proprio ego con azioni di questo tipo rispetto, magari, al modo in cui lo fanno tanti altri. Chapeau!

Commenti