Royalty è il primo estratto dell’album postumo di XXXTentacion, Bad Vibes Forever.

Smetti di rubare la cultura della mia gente!” – Con queste parole nel 2016 XXXTentacion attaccava Drake, che – a suo avviso – stava facendo appropriazione culturale nei confronti della cultura jamaicana. Jahseh Dwayne Ricardo Onfroy aveva origini proprio nell’isola caraibica e nel suo nuovo singolo Royalty collabora con artisti jamaicani: Vybz Kartel, Stefflon Don (nato in UK, ma di radici jamaicane) e Ky-Mani Marley (uno dei figli dell’icona del reggae Bob Marley).

“Royalty, inna mi bloodline
Dem soldiers yell on these front lines
Don’t know why, know why”

La “regalità” cui fa riferimento il titolo è proprio quella delle radici jamaicane che accomunano gli artisti. La strumentale, prodotta da Jon Fox è molto elementare, con le percussioni reggae che dominano. Le rime e i versi sono però lontani dalle tematiche classiche del reggae, con ripresi dei filoni rap della rivalsa sociale attraverso l’ostensione materialistica. Nulla di nuovo sotto al sole.

“His Imperial Majesty, Haile Selassie, so we royal
Triple X crew, so we loyal
Big batty, fat pussy, broad gyal
Come here, back it up gyal, buss a whine”

Royalty è il primo estratto dell’annunciato album postumo di XXXTentacion, intitolato Bad Vibes Forever come la sua label e il suo marchio d’abbigliamento. L’artista, quando era ancora in vita, lo aveva annunciato come un progetto che mischiava le tante influenze musicali che aveva sperimentato nella sua carriera. Lo aveva anche definito un album per i fan “della prima ora”, proprio per queste caratteristiche più sperimentali.

Ulteriori aggiornamenti su Bad Vibes Forever prossimamente su Rapologia.

Commenti