A poco più di due settimane dall’uscita di Shoot for the Stars Aim for the Moon di Pop Smoke, arriva la versione Deluxe con ben dodici nuove tracce inedite.

Pop Smoke, scomparso lo scorso febbraio, con la sua Dior ha inaspettatamente fatto da colonna sonora alle marce e alle rivendicazioni degli afroamericani dello scorso giugno; qualche settimana dopo è riapparso su ogni piattaforma con Shoot for the Stars, Aim for the Moon, suo album postumo nonché primo ufficiale e che puntualmente debutta alla prima posizione della classifica statunitense, registrando a livello di vendite uno dei debutti migliori dell’anno (ben 251 000 unità vendute nella prima settimana).

Il disco, della cui produzione esecutiva si è occupato niente meno che 50 Cent, ha sicuramente ricevuto molti feedback positivi, ma ha fatto anche storcere il naso a molti a causa della elefantiaca presenza di featuring in quasi ogni traccia, spesso con artisti che poco hanno avuto a che fare con Pop Smoke in vita.

Un’altra critica mossa da molti al nuovo album ha riguardato la forte virata verso atmosfere RnB e una presenza eccessivamente ridotta del suono e dell’immaginario architettato dai produttori 808 Melo e Rico Beats attorno a Pop Smoke. Insomma, chi si aspettava Meet the Woo 3, potrebbe esser rimasto deluso.

Le dodici  nuove tracce, alcune delle quali prodotte proprio dai fidati 808 Melo e Rico beats, riproducono in piccolo le stesse contraddizioni della versione originale dell’album. Se infatti chi ha fame di sonorità Drill troverà pane per i suoi denti in pezzi come Hotel Lobby, Showin Off pt 1 e pt 2 (entrambe con l’astro nascente di Brooklyn Fivio Foreign), Iced Out Audemars, all’interno del lotto troverà anche numerose canzoni che approfondiscono le sperimentazioni R’n’B che abbiamo potuto già ascoltare due settimane fa. Tra le nuove anche l’ipnotica Paranoia con Gunna e Young Thug, canzone che nelle scorse settimane è stata oggetto di scontro tra Pusha T e Young Thug, a causa del presunto dissing a Drake presente nella strofa di Pusha, poi rimossa.

In conclusione, aldilà delle possibili aspettative iniziali, nell’attuale versione di Shoot for the Stars, Aim for the Moon ce n’è praticamente per tutti i gusti e per tutti gli stati d’animo, e numerose saranno le canzoni di Pop Smoke pronte a rimpolpare le vostre playlist.

L’operazione può quindi dirsi riuscita? Decisamente sì. Non si può però non sperare che le uscite postume di Pop Smoke si diradino sempre di più, così da non comprometterne la memoria. Si è infatti assistito troppo spesso a episodi di bassa macelleria discografica compiuta su artisti deceduti, arrivando a riprenderne quasi ogni singola demo e ogni singolo provino, pur di sfruttarne l’aura leggendaria. Il caso più è emblematico è stato indubbiamente quello di Tupac Shakur, le cui uscite postume si sono trascinate quasi fino ai giorni nostri, ma abbiamo potuto vedere qualcosa di simile anche in tempi più recenti con gli album postumi di Lil Peep.

Potete ascoltare la deluxe edition di Shoot for the Stars Aim for the Moon di Pop Smoke cliccando sul link che trovate qua sotto. Enjoy!

Commenti