Rolling Loud Miami 2021: cosa ci siamo persi

L’anno scorso la pandemia l’ha bloccato, ma quest’anno – nonostante il Covid sia ancora più che presente – il Rolling Loud Miami 2021 c’è stato e ha fatto parlare un sacco di sé.

Cos’è successo al Rolling Loud Miami 2021?

È successo che dopo un lungo periodo di assenza di festival e musica dal vivo, a Miami, in Florida, dal 23 al 25 luglio 2021 si sono esibiti più di 130 artisti rap, compresi Travis Scott, Lil Uzi Vert, Megan Thee Stallion, ​​​​​​​​​​​​​​Lil Baby, Rick Ross, Young Thug, Gucci Mane, Playboi Carti, 21 Savage, DaBaby, Kodak Black, Gunna, Chief Keef, City Girls, Lil Durk, Trippie Redd, Benny the Butcher, Mulatto, Dave East e Jack Harlow.

Alcune di queste esibizioni hanno però fatto parlare parecchio, nel bene e nel male.

In particolare – soprattutto nelle ultime ore – DaBaby, per alcune parole dette durante la sua esibizione al Rolling Loud Miami 2021:

Se non ti sei presentato oggi con l’HIV, l’AIDS e nessuna di quelle malattie mortali a trasmissione sessuale che ti faranno morire in due, tre settimane, allora accendi il cellulare. Ragazze se non vi puzza la fi*a accendete il cellulare. Ragazzi, se non succhiate caz*i nei parcheggi accendete il cellulare

Non appena sono sbarcate sui social network è partito il putiferio. Tra colleghi che hanno preso subito le distanze – Dua Lipa ed Elton John su tutti – e testimonianze di chi era sotto il palco e gli ha gettato una scarpa addosso la situazione si è sempre di più aggravata per il rapper di Blame It, che neanche con le storie su Instagram è riuscito a migliorare (anzi, forse il contrario…)

Non un live memorabile quindi per DaBaby, criticato anche dai fan per aver portato sul palco Tory Lanez (da poco fuori con l’EP We Outside) dopo aver fatto Cry Baby con Megan. Se non capite il perché, provate a leggere il nostro articolo su Megan Thee Stallion e Tory Lanez

Ma noi preferiamo parlare di musica, perciò non possiamo non sottolineare alcuni spoiler arrivati direttamente dall’evento:

  • Travis Scott al Rolling Loud Miami 2021 ha debuttato il prossimo singolo intitolato Escape Plan. Per promuovere la nuova traccia, inoltre, ha commissionato alla piattaforma pubblicitaria MilkMoney un codice QR gigante portato in aria da 250 droni volanti;
  • Young Thug, durante la sua esibizione al Rolling Loud  di sabato sera, ha presentato in anteprima una nuova canzone (TikTok) e ha annunciato che il suo atteso album Punk uscirà molto presto.

Infine, ha fatto sicuramente piacere rivedere sul palco Bobby Shmurda – uscito di prigione lo scorso febbraio – e che durante l’esibizione ha performato dal vivo sia i suoi più noti successi che, finalmente, nuova musica ancora non pubblicata.

Ci stiamo quindi avvicinando al primo album ufficiale di Shmurda? Staremo a vedere, fatto sta che rivedere lui e tanti altri rapper dal vivo ci ha fatto veramente piacere.

Speriamo che sia solo il primo di tanti altri festival dell’era Covid.