Barre: con un libro e uno street album Kento ci racconta le esperienze nelle carceri

Kento

Kento con Barre ci ricorda ancora una volta l’importanza al livello sociale del rap.

Quante volte ci troviamo a sentire etichettare il rap come un genere musicale focalizzato su droga, sesso e cattive abitudini, arrivando perfino a vederlo come capro espiatorio di tragedie recenti della cronaca nera nostrana (e non solo). Quante volte, invece, si perde l’occasione di enfatizzarne il potere sociale e culturale che può trasmettere attraverso le sue rime, argomentazioni e capacità curative per chi lo scrive o lo condivide con un pubblico. Quello che Kento fa con il rap da svariati anni a questa parte ne è l’esempio più lampante nella scena nostrana, assieme alla Street Arts Academy di Mastino e all’operato di Kiave, ad esempio, sul tema della mafia.

Kento, che recentemente ha portato la doppia h su Rai Gulp con il programma Entra Nel Cerchio, ha pubblicato in questi giorni un nuovo progetto intitolato Barre e con cui ci racconta la sua esperienza maturata in oltre dieci anni di laboratori in vari istituti penitenziari italiani, a contatto con centinaia di ragazzi detenuti e accomunati da una vita ormai segnata drasticamente da questa quotidianità dietro le barre di un carcere.

Per farlo ha dato vita sia un libro – Barre: Rap, sogni e segreti in un carcere minorile – edito da minimum fax e disponibile in tutte le librerie, e un disco – Barre Mixtape – pubblicato su tutte le piattaforme di streaming digitale e presto fuori anche in versione vinile per Aldebaran Records.

Il primo ci racconta, attraverso le sue 177 pagine, tutto ciò che per Kento ha significato questa serie di laboratori attraverso cui diversi giovani dei carceri minorili italiani hanno potuto  utilizzare il rap come cura o semplicemente svago nelle ore tutte uguali passate dentro quelle mura. Il secondo, invece,  è stato registrato e masterizzato negli studi della Quadraro Basement e vede le produzioni di Shiny D, Goedi, DJ FuzztenGian Flores, Dj DustGiovane Werther oltre che la collaborazione al microfono di Lord Madness.

Di seguito le parole dell’MC reggino al riguardo:

“Non è facile raccontarvi l’emozione di oggi. Perché questo è un lavoro a cui tengo in modo straordinario e perché sono stato a lungo incerto prima di decidermi a scriverlo. Potrebbe avere delle conseguenze su di me e sulla mia possibilità di continuare a lavorare in carcere, lo so bene. Ma certe verità vanno raccontate, costi quello che costi. Il libro BARRE – Rap, Sogni e Segreti è FUORI ORA in tutte le librerie e digital store per Minimum Fax, uno degli editori che leggo e apprezzo di più da sempre. BARRE MIXTAPE è FUORI ORA su tutti i digital store per Believe Digital. Il VINILE di BARRE MIXTAPE è IN PREORDER DA OGGI sul sito di Aldebaran Records: una bellissima edizione in nero/giallo marmorizzato in bundle con il libro e la t-shirt esclusiva realizzata da Jailfree, la cooperativa che si occupa del reinserimento lavorativo dei detenuti. Dedicato a tutti i miei fratellini dietro le sbarre, con un ringraziamento a tutti quelli che ci hanno aiutato e ci aiuteranno a portare fuori la loro voce.”

In attesa di poter sentire dal vivo Barre Mixtape – quando sarà finalmente possibile – o di vederlo nuovamente impegnato in queste encomiabili attività, non ci resta che porgere nuovamente i complimenti a Kento per l’iniziativa e fargli un grosso in bocca al lupo per il suo progetto.

Vi ricordiamo, infine, che è prevista un’edizione in vinile di sole 100 copie numerate a mano e autografate  ed è disponibile in pre-ordine sul sito di Aldebaran Records in bundle con il libro stesso e, per chi vorrà, anche con una t-shirt realizzata in esclusiva dalla cooperativa Jailfree, che si occupa del reinserimento lavorativo dei detenuti.

Qui lo streaming del disco: buon ascolto!

Commenti