Vera Pelle consolida il sodalizio tra Nex Cassel e St Luca Spenish, dopo l’ormai classico Rapper Bianco.

Vera Pelle è il nome del nuovo disco di Nex Cassel e St Luca Spenish. Dopo l’ormai classico del genere Rapper Bianco i due artisti sono tornati in studio con un’idea ben precisa: un disco che si possa ascoltare in vari momenti della vita quotidiana e, dopo i primi ascolti, ha dimostrato di avere le carte in regola per farlo.

L’uscita è stata anticipata da diversi freestyle sul profilo IG del rapper veneto che hanno scosso le fondamenta dell’underground, attirando l’attenzione di tutti i fan del genere. Attenzione che è andata aumentando sempre più dopo la pubblicazione della tracklist. Nomi inediti ed alquanto insoliti tra le collaborazioni quali: Dani Faiv, Nitro, Drefgold, Izi e Quentin40.

Lo stesso Nex Cassel parlando di Vera Pelle:

“È IL PIù GODIBILE DEI MIEI DISCHI. ANCHE SE NON CI SONO MELODIE O RITORNELLI ALTISONANTI, E’ UN DISCO CHE ARRIVA IMMEDIATAMENTE ALL’ASCOLTATORE. d’accordo con spenish, ho voluto fare un album di rap moderno che si potesse ascoltare in varie situazioni di vita quotidiana: al chiosco al mare d’estate, a casa di un amico, in macchina, nello studio di tatuaggi ecc…”

L’ennesima prova superata a pieni voti dal Generale

Il generale Nex Cassel al microfono e Spenish alle macchine sono una garanzia e Vera Pelle ne è l’ennesima dimostrazione: il connubio perfetto tra barre ed un sound moderno. La giusta via di mezzo tra arte e bene di consumo, come ci ha spiegato in un’interessante intervista. Ottima prova anche per gli ospiti che, portando il proprio stile portano un valore aggiunto al progetto, senza snaturarlo.

Il disco oltre ad essere un prodotto pregiato, un lavoro ben curato dal quale emergono le influenze e l’immaginario dell’artista, è soprattutto coerente con tutto ciò che c’è stato prima. Non posso fare altro che consigliarvi di recuperare l’intervista con Nex Cassel e di pompare il disco, per le strade, rigorosamente coi finestrini abbassati (se non temete il freddo).

Buon ascolto!

 

 

Commenti
Sono cresciuto in paese nell'entroterra pugliese con orizzonti inesistenti ,un panorama in cui domina la noia e la monotonia. La scoperta del rap in questo contesto è stata l'America. Non ho sogni nel cassetto ma ,ho un sacco di inventiva ,idee e spunti e per di più dico e scrivo un sacco di cose nel corso della mia giornata ;con questi articoli spero di coniugare il tutto. Nella speranza che tutto ciò piaccia.