Testo di Matrix di Izi e Nayt.

Per ascoltare il testo di Matrix di Izi e Nayt o acquistare il disco clicca qui.

Rido, pensi che mi bastino dieci grammi
Mi vorresti dare il massimo, dieci anni
Non mando giù le pilloline come tutti quanti
Perché a restare dipendenti dopo un po’ ti stanchi
Io non mi perdo nel Matrix, fumo gratis
Penso a quel fesso di Patrik e agli ingrati
Non vi detesto solo perché il tempo passa anche per me
Vuoi parlare di cachet
Ma non sai fare tre per tre, no, scusa hai ragione
Se vengo io, viene pure la mia legione
Quasi tutta la nazione conosce questa lezione
Non sono amico e non siamo in “Melevisione”
Quindi capisci e condisci, c*glione
Ad esser buoni ci vuole la vocazione
Oppure prima o poi ti perdi e ti serve l’invocazione
Chi te lo dice ha sette vite sul groppone
Semplicemente non ricorda più il suo nome

Io non voglio stare fermo nel Matrix
Io non voglio stare fermo nel Matrix
Io non voglio stare fermo nel Matrix
Io non voglio stare fermo nel Matrix

Potrei fare molto bene da vedetta in Bovisa
Bruciare camionette e marionette in divisa
Questa merda di legge è storta, torre di Pisa
Guarda che chi la legge vuol la terra divisa
Sono qui solo in prestito, lo diresti?
Fumo weed fra i cipressi, mi brucio gli ettari
Arriva al succo del discorso perché voglio i nettari
Voglio solo fare un sorso per capire se bari, noi non siamo uguali
Sono una scheggia di luce fra questi infami
Non atteggiarti da duce, che ci rimani
Quest’odio taglia e ricuce tutti i cristiani
Tu cerchi in cielo, ma li hai intorno i marziani

A Roma luci blu in aumento, io mi spazzo di tutto
Chiedimi il documento, smollo fuori il c*zzo di brutto
Quattro stronzi, non mi sporco con le provocazioni
“Non rispondi?”, non rispondo neanch’io delle mie azioni
Su sto terreno sono Dio e abuso del mio potere
Mio lo scettro, mia la penna, metti il c*lo a sedere
In tele non parlano abbastanza della m*rda che gira
Sembra la Cina, le mie palle in gita girano bene
Io me ne sbatto dei politici, chiacchiere e “amici di”, grazie dei crimini
Odio le cattedre, vattene a fare in c*lo, siamo simili? No
Di che parli? Nel rap c’è posto per tutti
Ma le collane quando rappo io sono un mostro e le butti, ops
Fatto di nuovo, spacco di cuore, stacco di molto
Distraggo la gente, spargo le perle e loro zitti
Odio i ricchi finché non ne faccio parte
Spaccio arte, non mi dispiaccio se non piaccio alle guardie, mood

Oh, qua io non ci morirò
Oh, qua io non ci morirò

Correlato:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.
Commenti