Vi presentiamo J White Did It, uno dei produttori più richiesti del momento.

Anche se non lo sapete, J White Did It è il creatore di gran parte delle vostre canzoni preferite. Negli ultimi tempi, Anthony Jermaine White si è infatti imposto come uno dei produttori più richiesti sul mercato discografico statunitense.

J nasce a Dallas (TX) nel 1984 e nel 2005 si trasferisce a New York per imparare i rudimenti della produzione. Negli anni successivi si sposta in giro per l’America dedicandosi a vari lavori per sbarcare il lunario.

La sua carriera fatica non poco a decollare soprattutto perché gli artisti per i quali lavora non pagano le sue prestazioni. Tuttavia, la svolta avviene nel 2016 quando – attraverso il proprio manager – Anthony incontra Cardi B.

In quel momento, la rapper del Bronx ha da poco lasciato il cast di Love&Hip-Hop e sta muovendo i primi passi nell’industria musicale. Dopo aver lavorato ad alcune tracce dei tape di Cardi, J White produce il suo singolo di debutto: la celebre Bodak Yellow.

In poco tempo, il brano acquisisce lo status di hit e raggiunge la #1 nella Billboard Hot 100. Ad oggi, la traccia ha accumulato nove dischi di platino nei soli Stati Uniti divenendo uno dei brani di maggior successo degli ultimi tempi.

Il produttore regala a Cardi B un’altra #1 – il banger latin trap I Like It – e da quel momento la sua carriera prende il decollo. Una schiera di artisti sempre più nutrita decide infatti di avvalersi del suo tocco.

Tra questi troviamo Gucci Mane con il quale ha lavorato a Woptober II e East Atlanta Santa 3. 21 Savage, vincitore di un Grammy per a lot, prodotta proprio da Anthony. Iggy Azalea, che lo ha scelto come produttore esecutivo di In My Defense, il suo secondo disco. Megan Thee Stallion, arrivata in vetta alla Billboard Hot 100 grazie alla sua Savage ed altri nomi del calibro di Stefflon Don e Tinashe e le newbie Mulatto e Flo Milli.

Di recente, J White Did It è stato in studio con Saweetie, Aminé, Kash Doll, Remy Ma e Lil Kim. Ritroveremo poi il suo nome nell’album di debutto di Megan e nei nuovi progetti musicali di Cardi B e Iggy.

I traguardi raggiunti da J nel giro di soli tre anni sono incredibili: tre #1 nella principale classifica americana nonché due Grammy – uno come produttore di Invasion of Privacy ed un altro come autore del beat di a lot.

Le prospettive per J White Did It sono davvero rosee e, sicuramente, lo vedremo presto unire le forze con molti altri nomi. Che J sia destinato a forgiare il sound della musica rap così come DJ Premier, Timbaland ed altri hanno fatto prima di lui? Solo il tempo ce lo dirà, ma il sottoscritto scommette di sì.

Commenti