Testo di Bataclan di Nerone e Fabri Fibra.

Per ascoltare il testo di Bataclan di Nerone e Fabri Fibra o acquistare il brano clicca qui.

Se fai “woop, woop, woop”
Qua fanno “pam, pam, pam”
Dai palazzi con le spade come d’Artagnan
Pago più di un rum quando passo al bar
Finché non scoppia il locale come il Bataclan
E fa “boom”, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Finché non scoppia il locale come il Bataclan

Io sono il suono dei tuoi denti che digrignano
Quando ti fai troppo parli troppo e poi ti picchiano
Ti faccio il brutto tiro e mi ammiri, non me la tiro, me la tirano
Musica e soldi, io sono bigamo
Qua dove vai, se hai rispetto nessuno tacca
Denti da latte in bocca, sei un Pitbull che non attacca
In strada mezza tacca, si spiaccica al parabrezza
Chi parla non è all’altezza e a sua altezza manco si parla
Milano vent’anni dopo il duemila
Sempre un gaggio che fa il di più e nessuno che lo tira
La vida loca e chi non se la fida gli tocca restare in fila
Morire a ottant’anni a tirar la lima
Fumati la pausa in una Marlboro, rispondi se ti chiamano
Per i soldi scatta come un Labrador
Io ho ancora questi spettri che mi lamano
Ma qua mi dan la mano perché a Milano mi amano
Mi guardi quanto canto perché stupido è tutt’altro
Sono il bacio della nebbia sull’asfalto
Ice quando piango, nel buio non passa il ladro
Le avessi conservate, avrei tutta la piazza in mano
Poesia di strada col dolore ancora in tasca
Un letto e un pasto caldo non ci basta
La radio col mio pezzo quando c*zzo ci passa
Così almeno me la tiro nella vasca

Se fai “woop, woop, woop”
Qua fanno “pam, pam, pam”
Dai palazzi con le spade come d’Artagnan
Pago più di un rum quando passo al bar
Finché non scoppia il locale come il Bataclan
E fa “boom”, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Finché non scoppia il locale come il Bataclan

Dovrei darmi una calmata come sto 2020
La mia musica è una tr*ia che strozza i clienti
Frate pompa questo pezzo nella Bentley
Però in contromano con i fari spenti
Chissà se vendo più da morto che da vivo
In mezzo a sti palazzi pure il cielo è grigio
Mi serve un angelo custode qui vicino
Mi porterò i miei demoni anche in paradiso
Non faccio pezzi club per il sabato sera
Io faccio musica perfetta per la quarantena
L’accendo pensando soltanto alla carriera
Poi entro in rehab cantando Rap In Vena
Altro featuring, la saga continua
Sopra lo stesso beat c’è Nerone con Fibra
King Kong e Godzilla, la sporca dozzina
So che ti brucia ancora, butto sopra benzina
Ancora frate scrivo sì, sì
Ma sempre più cattivo, ISIS
Questo mercato non conosce crisi
Vita di Pablo con le nuove Yeezy
Questa trap è tutta un chi copia chi
Vengo dai Novanta quindi TikTokka qui
Sono un pezzo da novanta, frate spostati
“Lo fai solo per la grana?” La risposta è sì

Se fai “woop, woop, woop”
Qua fanno “pam, pam, pam”
Dai palazzi con le spade come d’Artagnan
Pago più di un rum quando passo al bar
Finché non scoppia il locale come il Bataclan
E fa “boom”, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Boom, come il Bataclan
Finché non scoppia il locale come il Bataclan

Correlato:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.
Commenti