Move Like A Boss è lo statement in cui Fivio Foreign e Young M.A. affermano la loro influenza sul rap di Brooklyn

Move Like A Boss è il nuovo singolo di Fivio Foreign e Young M.A., i due rapper di Brooklyn che in questa prima metà del 2020 stanno emergendo più degli altri. Il brano era già stato preannunciato oltre un mese fa sui social dai due artisti e – probabilmente – ne è stata ritardata l’uscita con il sorgere delle proteste contro il razzismo sistemico e gli abusi della polizia.

Move Like A Boss è prodotta da Saint Cardona che propone le sonorità tipiche della drill di Brooklyn. Terreno prediletto da Fivio che rimane nella comfort zone: consueto flow e solite sporche (grrr, bow, ayy). Anche le tematiche trattate sono le classiche di questo sottogenere: la vita nel quartiere, le armi, la necessità di emergere e svoltare, le minacce agli opps.

“I’m just doin’ what I’m taught (I am)
Move like a boss, uh (Move like a boss)
This is my city, you n*ggas can’t get me
It’s mission abort, look, ayy (‘Bort)”

Young M.A. si trova a suo agio su questi topics e si adatta alla strumentale con una strofa breve, ma molto incisiva.

“Countin’ this money forever, infinity (Uh)
Hundred choppas with a hundred legs, centipede, ayy (Grrrt)
Designer on me, fly shit only, Kennedy (Ah, ah)
They know who I am, identity
See an opp, grrrt, bow, history”

Non è chiaro se questo singolo farà parte di un album di uno dei due artisti, o di una deluxe edition di 800 B.C. o Red Flu (i loro due EP pubblicati questa Primavera). La mia personale speranza (sono allergico alle edizioni deluxe) è quella di un mixtape collaborativo dei due artisti: molto simili per riferimenti socio-culturali, ma diversi per stile musicale. Per ora non hanno dato nessuna indicazione a riguardo e rimangono fantasie.

Voi cosa ne pensate del brano? E la drill di Brooklyn, crescerà ancora o sta già stancando?

Questa settimana Young M.A. ha pubblicato il videoclip di Trap or Cap, una delle tracce più apprezzate dell’ultimo EP. Nonostante i commenti positivi sull’artista da parte di colleghi e addetti ai lavori, i numeri di streaming e visualizzazioni non premiano adeguatamente Katorah.

Le difficoltà di essere artista indipendente o effetto “rapper preferito dei vostri rapper preferiti”?

Commenti