Testo di Puro Sinaloa di Ernia, Tedua, Lazza e Rkomi.

Per ascoltare il testo di Puro Sinaloa di Ernia o acquistare il brano clicca qui.

Milano
Tredici anni dopo
Una generazione dopo
Vai Joe, andiamo

Do-Do-Do-Do-Don Joe

Trovami ancora seduto sul corner
Mentre racconto qualche storia forte
Poetica fatta di fumo, di asfalto, di pare e di morte
Spacco solo io, fra no te
Tipa fra nuova di pacca
Quanto c’ho speso per sta nuova giacca
Uova dal c*lo, son uova di Pasqua
Una borsa al collo che, fra
Non è una borsa, è il NASDAQ
Il sogno era di farli ASAP
Dandoti la pelle d’oca alle braccia
La scritta “ACAB”, tutti nei club, fra
Metti le mani sul c*lo, c’hai le mani in faccia
La paura fa novanta, la novantuno paura, certo
Andrebbe scritto alle fermate per qualche inesperto
Ed è così che la vera Milano suona, ah
Per questo arrivo da Bo-Bo-Bonola

Gallaratese, circonvalla in gara schiaccia il taser, chico scanna
Quando un chicco balla, dice al tipo chi comanda
Vede chi comanda, si fotte dell’ambiente
Della scena adiacente
Per piacere, genovese, babe
Non è che vado giù in ferie
Siamo su in tele, quel che succede
Ad oggi la censura è ancora sui rapper che parlan sul premier
Vedo gente lamentarsi: Dark o FSK, ma
Abbiamo ascoltato coca rap prima dei rapper ad Atlanta
Ed io quanti ne imbosco, chili sotto al cruscotto
Parla al riocontra se, se ti incontra un poliziotto
Tutti bravi a fare i viaggi, personaggi
Poi nel video porti il ferro con cui va a caccia tuo nonno, ah
Credevi fosse un gioco
Ma io ho il micro nel conflitto fuoco a fuoco
Ok, mi hai convinto ma confido poco a poco
Ho il mito di Al Pacino ed il tapiro te lo tiro
In bocca ho una torcia più grossa di quella di uno sbirro

Tu sei VIP su IG, noi VIP al TG
Noi visti in TV, voi distintivi
Picchia come Gohan
Uova in pancia, boa
Da Milano a Doha, puro Sinaloa
Tu sei VIP su IG, noi VIP al TG
Noi visti in TV, voi distintivi
Picchia come Gohan
Uova in pancia, boa
Da Milano a Doha, puro Sinaloa

Allerta sempre, gira la giacca
Dopo un furto serve un cambio targa
Cambiare è un attimo, lo so
Ma ho solo tredici anni e ho solo cinque euro
Devono diventare cento, dopo centomila, un milione
Bomber nero, dentro un pon pon
Puro Bogo, bon bon, tredici anni dopo
Giro la giacca dopo un furto, con la trancia nello zaino
Avevo tredici anni, il punto dentro il doppio dei miei anni
Ed io copiavo i grandi, parlavo come loro
Come Leo, come Joe
Con mia madre che urlava “è pronto”
È agosto e mi sento solo, Milano come ti odio
Dal palco a Piazzale Cuoco, mi faccio bastare il poco

Rimo da quando non mi chiamavano Zzala
Sulla novanta, senza un euro in tasca
Sognavo un palco come un’ora d’aria
La nuova generazione era pacca
E fra mi sentivo solo
Ricordo ma’ che piangeva, mi hanno bocciato di nuovo
Oggi che quelli che ascoltavo, fra si ascoltano me
Sorridi a ventiquattro denti e la mia faccia sul Duomo
E yes, yes, yo, forse mi batti a ISS Pro
Non so chiedere per favore, né permesso
E so che oggi fra per prendere il mio
Ho fatto contento il diavolo e fatto offendere Dio

Tu sei VIP su IG, noi VIP al TG
Noi visti in TV, voi distintivi
Picchia come Gohan
Uova in pancia, boa
Da Milano a Doha, puro Sinaloa
Tu sei VIP su IG, noi VIP al TG
Noi visti in TV, voi distintivi
Picchia come Gohan
Uova in pancia, boa
Da Milano a Doha, puro Sinaloa

Correlato:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.
Commenti