Hella Fuckin’ Trauma: il contributo di Juicy J alle rivolte americane.

Enough is enough, quando è troppo e troppo, e Juicy J non poteva scegliere momento migliore per tornare. Il rapper di Memphis ha pubblicato su Soundcloud Hella Fuckin’ Trauma, pezzo autoprodotto, con cui il membro di Three 6 Mafia si scaglia contro il razzismo sistematico, il sistema giudiziario e l’abuso di potere da parte della polizia americana nei confronti dei neri afroamericani.

Sono passate circa due settimane da quando lo scioccante video dell’omicidio di George Floyd ha fatto il giro del mondo.Da quel drammatico 25 maggio, è stato scoperchiato un vaso di pandora. Continuano infatti a comparire sul web, numerosi video che testimoniano che la piaga del razzismo in America continua a dilagare, colpendo uomini, donne, innocenti e anche personaggi pubblici.

Le manifestazioni non cessano, l’allarme, partito dagli USA per conto del movimento Black Lives Matter, a cui negli ultimi giorni si sono aggiunte le voci di tanti esponenti dello spettacolo e dello sport, ha raggiunto molti paesi del mondo tra cui Francia, Belgio, Gran Bretagna e Italia.

in Hella Fuckin’ Trauma, Juicy esprime il pieno dissenso verso la polizia e rappa:

“I can’t sit back, let them take my life / Enough is enough / All this racist shit gon’ fuck around and make me send it up,”
“They keep killing all these ni**as, man / A ride ain’t enough / I just drank a Corona, is it a virus or what?”

Il rapper dedica anche una barra alla casa discografica Columbia Records, alla quale precedentemente aveva dedicato un dissing, poi cancellato, in cui Juicy rivendicava il pieno possesso dei propri brani:

“Labels wanna own my masters, enough is enough”

Ribadendo il pieno appoggio di Rapologia alla causa, vi consigliamo di ascoltare Hella Fuckin’ Trauma!

Commenti