È fuori la deluxe edition di Funeral: Lil Wayne torna con otto inediti ricchi di ospiti.

Qualche giorno fa vi avevamo parlato del valore della Young Money Radio di Lil Wayne. Tra interviste varie e interessanti nell’ultimo episodio è avvenuto qualcosa che tutti i fan stavano attendendo da settimane. Dopo lo show è stata rilasciata infatti la versione Deluxe di Funeral, l’ultimo progetto di Tunechi uscito lo scorso gennaio.

Mettendo per un attimo da parte la traccia Shimmy con Doja Cat, il resto dell’offerta è valida. Se c’è qualcosa che Funeral ha confermato è che Wayne dopo il rilascio del suo Tha Carter V è rimasto dietro i confini del suo Wayne’s World.

Certo, non è un male per i fan ma continuare ad evolversi cercando allo stesso tempo di prestare attenzione alla scena moderna è un requisito fondamentale per rimanere sulla cresta dell’onda. Seppur le ultime dichiarazioni di Weezy lascino intendere che il rapper non ascolta altro al di là di se stesso, queste nuove canzoni ci dicono il contrario.

Se Help con Tory Lanez suona come se stesse per conquistare l’estate 2020, Multiple Flows con Lil Uzi pare uscita da un fittizio Like Father, Like Son 2 (questa volta con Wayne a fare da padre). La dinamicità di queste due potenziali hit strizza l’occhio ad alcuni dei brani mediocri del prodotto originale. È probabile che le nuove aggiunte siano state registrate in un secondo momento, questo giustificherebbe anche il tempo passato.

Dal mixing generale fino al suono della voce di Wayne, brani come Happen To You e All the Dogs suonano più naturali e ben orchestrati regalandoci persino momenti unici e stimolanti (le drums di All The Dogs + il flow di Weezy per esempio).

Con Big Worm Wayne va sul sicuro con un sound che sembra costruito intorno alla sua voce mentre Love You F*ck You è una delle collaborazioni inaspettate e l’ennesima dimostrazione di come Jessie Reyez riesca a tenere testa alle leggende.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

OUT NOW !!!

Un post condiviso da Lil Wayne (@liltunechi) in data:

Ma la parte migliore arriva con Russian Roulette. Wayne esce per un attimo dal suo mondo ed entra in quello grimmy di Buffalo.

Questa collaborazione con Conway e Benny The Butcher è il compromesso perfetto, il beat suona classy abbastanza da allontanarsi dalle sfumature Trap su cui siamo abituati a sentire Wayne in questi mesi ma non si avvicina neanche troppo alla darkness dei beat di Daringer.

Nonostante questo i tre MC mostrano i loro muscoli più formati regalandoci un escalation di liriche di qualità fino al climax finale con un Benny che se la prende letteralmente col beat.

Funeral Deluxe di Lil Wayne è un’ottima estensione. Anche se il disco principale non vi ha dato grandi soddisfazioni vi consigliamo di dare una possibilità a queste nuove tracce, potreste rimanerne sorpresi.

 

 

 

Commenti