KXNG Crooked e Joell Ortiz si incontrano di nuovo davanti al microfono: ecco a voi H.A.R.D.

Dopo la fine degli Slaughterhouse, KXNG Crooked e Joell Ortiz tornano insieme con un piccolo prezioso progetto per i fans e per gli amanti del liricismo. H.A.R.D. si fa forza del passato dei due MC sia da un punto di vista tematico che musicale.

In soli otto brani, Crooked e Joell distribuiscono strofe di alto livello su una scelta variegata di beat da produttori come Heatmakerz, illmind e Apollo Brown ricordandoci delle acrobazie liriche dei bei tempi del loro ex-supergruppo.

La loro sintonia sul beat è testimone della storia che c’è dietro dando valore a ogni obiettivo i due si sono posti sulla traccia.

Brani come Get Ya Money e la title track premono sull’ispirare le nuove generazioni mentre le due Caddy Bump e Wolves danno la possibilità di conoscere meglio gli artisti dietro H.A.R.D.

L’equilibrio tra l’introspettività e la fame per nuovi flow, incastri e schemi metrici è quasi perfetto. Per i fan di lunga data  Lose My Mind e Memorial Day confermano ancora una volta la brutale onestà con cui Joell e Crooked devastano i loro microfoni, in equilibrio tra la poetica e la visione cruda di una realtà passata ma che continua a fargli visita.

“When the killers playin’ the role that your dad should had, if he was here, maybe my pants wouldn’t sag, maybe i’d learn how to smile instead of lookin’ mad”

Nascosto dietro una release underground e dalla promozione quasi inesistente, si nasconde un progetto dal grande valore da parte di due tra gli MC più talentuosi in circolazione.

Nonostante Joell Ortiz stia nutrendo i fans di diversi progetti e Crooked stia finalmente raccogliendo i frutti del suo lungo lavoro, speriamo che le loro strade si incrocino di nuovo in futuro.

 

Commenti