Lloyd Banks non si ferma più: online Painted Houses Freestyle insieme a Vado.

Non c’è due senza per tre, per fortuna, e così, dopo Cold Summer e Huntin’ Season, Lloyd Banks pubblica il terzo inedito in meno di due settimane: Painted Houses Freestyle.

A quanto pare sembra che le parole di 50 Cent nel libro Hustle Harder, Hustle Smarter – in cui lo chiamava, a causa della sua pigrizia e del suo stesso tatuaggio, Lazy Banks – siano arrivate nel momento migliore per poterle smentire, attraverso quello che gli è sempre riuscito meglio: sputare rime sopra il beat.

Sulla strumentale di Beat Butcha utilizzata dalla Griselda per il format Fire in the Booth e in compagnia del sempre ottimo Vado, il nativo di New Carrollton, Maryland, ci conferma nuovamente il suo ottimo stato di forma e alimenta in noi la voglia di vederlo presto fuori con un disco di inediti (non più un’utopia).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

New sh!t🔥🔥🔥 “painted houses” freestyle feat @vado_mh dropping at midnight!! Check it out 🔥🔥🔥

Un post condiviso da Lloyd Banks (@lloydbanks) in data:

Lloyd si sente tormentato dal suo passato, anche quello più recente, ma è pronto a farsi sentire ancora una volta sopra il beat, più forte di prima:

“Hangover houndin’ me from last night’s glory
I’m in new machinery, sporty, gettin’ smacked like corny
Make sure I’m careful, I don’t need no copper flashlights on me
Been here before, feel like my past life haunts me”

Infatti, dà all’ascoltatore l’ennesima prova di come a flow e metrica non si faccia mettere i piedi in testa da nessuno. Ascoltate attentamente queste barre, alla fine della sua strofa:

“I never been opened to listenin’
King of mindin’ my business, the goat with the social distancin’
Rookies ain’t build the go rounds, cocky with no conditionin’
And bitchin’, your vocal pitchin’, ghostwriters, this flow suspicion”

Curioso, invece, il riferimento che fa a Vado per dirci come si muove a causa del Covid-19, ossia come Howard Huges, regista e aviatore americano del Novecento:

“Corona virus got me movin’ like Howard Hughes”

Sperando che questa prolificità di Lloyd Banks duri ancora molto, ascoltiamoci assieme Painted Houses Freestyle con Vado, un tripudio di barre e flow che non possiamo che consigliarvi.

Buon ascolto!

Commenti