Esce oggi per One Shot Agency il nuovo singolo di una delle penne più raffinate della scena rap italiana, Carlo Corallo.

Con un titolo così – palese riferimento al capolavoro di Lucio Battisti – le aspettative sul nuovo brano di Carlo Corallo non potevano che essere tante. Sentiamo però di poter dire che sono state ripagate. Ovviamente i paragoni con uno dei più grandi cantautori della storia della musica italiana non hanno senso, tuttavia nel suo piccolo Carlo sta ritagliando la sua personalissima zona di comfort all’interno della scena rap italiana, troppo spesso golosa fino alla nausea di hype.

In Amari un po’ l’interprete siciliano intraprende un viaggio lirico giocando con le parole in maniera minuziosa, incrociando in rima il racconto di una storia d’amore con il vizio dell’alcol, utilizzato come strumento narrativo.

Come lo stesso autore ha detto, infatti:

L’alcol è usato come metafora di un amore inebriante e distruttivo allo stesso tempo, specialmente ad inizio brano, dove l’autore immagina di recarsi al bar, in attesa di essere servito dalla sua stessa vita. Essa viene personificata in figura di donna, lasciando via via il posto ad un dialogo sempre più umano.

La traccia, prodotta da Paolo Paone, arriva dopo un piccolo tour estivo e rappresenta l’assaggio di quello che sarà il primo disco ufficiale del rapper. Lontano da vetrine social, video pagati migliaia di euro e artisti-influencer vi è anche chi tiene in alto il valore delle parole, mescolandole al meglio per accendere la giusta scintilla emozionale nell’animo dell’ascoltatore.

Vi lasciamo allo streaming di Amari Un Po’, buon ascolto!

Commenti