Scopriamo insieme nel dettaglio quali sono i libri preferiti de Il Turco.

Il 3 maggio Il Turco ha fatto il suo ritorno con l’album ufficiale Lontano e noi di Rapologia abbiamo voluto approfondirlo tramite un’intervista che potete leggere cliccando QUI.

Tra i tanti argomenti trattati non poteva mancare quello sulla letteratura, tema a cui teniamo alquanto e che rappresenta il cardine della nostra rubrica Un Libro Con. L’ospite della nuova puntata è, ovviamente, il rapper romano che alla nostra classica domanda – c’è qualche libro che hai letto, anche in passato, che ti ha colpito particolarmente e che vorresti consigliare? – ha così risposto:

«Ti dico un libro un po’ vecchio di Niccolò Ammaniti: Fango. È un libro a episodi e in particolare mi sento di consigliare: Ultimo Capodanno dell’umanità e Fango, vivere e morire al Prenestino

Niccolò Ammaniti è uno scrittore, regista e sceneggiatore italiano, vincitore del premio Strega nel 2007 per Come Dio comanda.(Fonte: Wikipedia). Come detto da Il Turco, Fango è una raccolta di racconti pubblicati dallo scrittore nel 1996, anno in cui il rapper di Freddy Kruger muoveva i primi passi all’interno della scena assieme ai Flaminio Maphia.

Sei episodi all’interno dei quali vengono narrate le storie di alcuni “eroi di un’umanità borderline e metropolitana” e passano dall’horror alla commedia, come spesso capita nella vita di tutti i giorni dove non è molto difficile essere catapultati da un estremo all’altro in un batter d’occhio.

Niccolò Ammaniti Il Fango

Il Turco ha voluto successivamente consigliarcene un altro, inerente questa volta al nostro mondo:

«Poi te ne dico un altro che diciamo parla di rap e che è nella mia libreria da sempre e che secondo me spacca:L’opinione di Ice di Ice T.»

Per chi non lo conoscesse, Ice T è uno dei padrini – se non il padrino – del gangsta rap con una serie di dischi pubblicati a cavallo degli anni Ottanta e Novanta e che hanno contribuito alla storia di questo genere musicale. L’impatto dei suoi testi fu così notevole che il suo album di debutto – Rhyme Pays, con all’interno l’iconica 6 ‘N the Morning – fu il primo nella storia dell’hip-hop ad aver stampato sopra il celebre adesivo Parental Advisory per il linguaggio utilizzato nei testi.

Non solo musica però: nella sua lunga carriera hanno trovato (e trovano) spazio il cinema – consigliatissimo, se ve lo siete perso, il documentario The Art Of Rap -, la televisione e il mondo dei libri per cui ha pubblicato quattro scritti, l’ultimo dei quali nel 2013, Mirror Image. Il suo esordio nella letteratura, invece, risale al 1994 ed è proprio quel libro consiglio da Il Turco – The Ice Opinion: Who Gives a F*ck? – uno specchio della vita in un quartiere degli Stati Uniti, non proprio rose e fiori in quegli anni per un afroamericano.

Ice T ai tempi raccontò così il suo libro:

“Questo libro non l’ho scritto perché mi troviate simpatico; anche se lo spero. Ho scritto “L’opinione di Ice” nel tentativo di promuovere il dialogo. Ho dato al suo libro un sottotitolo, “Chi c*zzo se ne frega?”, perché nessuno prenda quello che dico per la parola di Dio o, a seconda dell’interpretazione che ne darete, per la parola dell’Anticristo”.

L'opinione di Ice

Due scelte, dunque, che ci permettono di conoscere maggiormente il rapper romano. Seppur la seconda lettura sia un po’ più “scontata” visto l’autore e il tema, al giorno d’oggi non lo è affatto dato che si stanno perdendo i legami con il proprio passato o chi ha contribuito a portare la musica rap dove è adesso (come ben raccontato da Kiave in InForma).

Non possiamo che consigliarveli entrambi e ringraziare Il Turco per le proposte!

Grafica di Mr. Peppe Occhipinti.

Commenti