ADHD rappresenta anche la title track del suo ultimo disco, recentemente posticipato a data da definirsi.

Non è remota la notizia del posticipo dell’album ADHD a data da definirsi, subito seguita dal rilascio dell’estratto 10 Bands con Timbaland, ma ciò non ha impedito a Joyner Lucas di rilasciare continuamente nuova musica.

Dopo il remix di Suge con Tory Lanez dalla durata di 6 minuti, il rapper del Massachusetts torna al mic per condividere quella che farà da title track al suo prossimo progetto: ADHD, sennonchè una patologia sofferta dal rapper sin dai suoi primi anni d’infanzia, come testimoniato in numerose sue canzoni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

ADHD (link in bio)

Un post condiviso da Joyner Lucas (@joynerlucas) in data:

Da come si può dedurre dal titolo, la traccia parla appunto delle sue lotte per vivere e convivere con questo suo disordine. Per quanto riguarda la base del pezzo invece, alla produzione troviamo il giovane russo Highself.

Potete ascoltare ADHD di Joyner Lucas per Twenty Nine Music Group by Tully al link Spotify qui sotto:

Tornando invece a parlare dell’album, nonostante Joyner abbia chiarito che il progetto è stato rimandato per problemi personali, si può notare che andando in avanti col tempo sempre più dischi vengano – per un motivo o per un altro – posticipati. P

er citare alcuni casi, basta pensare a Kanye West con Jesus is King – Ex-Yandhi – o Lil Uzi Vert con Eternal Atake fino all’irraggiungibile Whole Lotta Red di Playboi Carti. Ciò ovviamente si fa notare in forte contrasto contro chi, invece, può ricevere alcune lamentele per rilasciare troppo materiale in poco tempo, così da impedire il godimento a pieno di opere precedenti – per molti fan di lunga data di Logic, Confessions of a Dangerous Mind non è stato apprezzato proprio perchè avrebbe sminuito Ysiv, uscito a pochi mesi di distanza – o chi ha materiale pronto per far dimenticare progetti precedenti che magari non hanno ricevuto un feedback positivo – Erys è riuscito in poco tempo a far risollevare le aspettative verso Jaden Smith dopo l’insuccesso di Sunset Tapes e dell’esperimento elettronico SYRE: The electric album.

Ora, se contiamo ADHD, oltre ad avere la title track e 10 Bands sopracitati abbiamo anche Devil’s Work, I Love, Broke and Stupid e Isis assieme a Logic. Se andiamo ad analizzare i testi di ogni pezzo – chi nell’intro, chi nell’intera canzone o chi solo per una rima – troviamo onnipresente il fatto che l’artista soffra di ADHD. Fino ad un certo punto, visto il titolo del progetto portato avanti, può essere considerato giusto, ma se ascoltati tutti i pezzi di fila questo concetto (secondo chi scrive) è ridondante per massimo ogni 2/3 minuti e se l’album – o, a questo punto, l’idea originale di esso – doveva risultare tutto così, si rischia di avere un lavoro un po’ monotematico e blando, sminuito da un piccolo neo che può però influire sull’intero progetto.

Che sia questo, il vero motivo per cui ADHD sia stato rinviato? Non possiamo fare altro che aspettare in futuro notizie in merito, noi di Rapologia.it saremo i primi ad informarvi.

Commenti