Testo di Orange Gulf di Dani Faiv, Salmo e Jack The Smoker.

Per ascoltare il testo di Orange Gulf di Dani Faiv, Salmo e Jack The Smoker clicca qui.

Yeh, ladies and gentleman

Lei è una voltagabbana
Tu sei stato una volta Gabbana
Per me stare a digiuno è follia
Se fumo ho gli occhi come Giulio Golia
Tu duri quattro stagioni
I miei fratelli fuori per la pizza
Ma non la quattro stagioni
Non le fanno le vacanze ad Ibiza
Poi brodi se ci ragioni
Sei come il formaggio, diventi più forte
Solo dopo che stagioni
Quattro caratteri, mi dicon “ucciditi”
Mi danno quattro ragioni, ye
Dani scala, sf*ga passi sotto la scala
Ora il socio vende, prima orto in casa
Ora sto felice, ho Grana e Porto in casa
Manco avessi fama, balzi
Non mi abbasso come queste tasse
Frate è vero voli
Però è un volo un po’ di m*rda come Alitalia
L’umore è storto, la Torre di Pisa
Mi dai fastidio, hai la voce di Lisa
Fine serata vedo la mattina
Tutti fatti però abbiamo una mina
Sembra un pezzo di Mina
Le vacanze a Cortina
La tua canna è cortina

Ehi, ohi ohi
Yea, ehi, oh
Questo è per chi non ha il ferro ma sta ai ferri corti
Per chi è preso bene e balla questi tempi morti
Qui la vita ti sorride con i denti storti
Mi va bene che stanotte sembro Peter Doherty
Il tempo è arrivato, ho fatto le sette
Il vento è malato, fuma le mie sigarette
Amo restare da solo, bere e colmare lacune
Odio la gente che rompe le palle
E mi abbassa il volume
Sparisse il pianeta, morissero tutti
Strade e palazzi distrutti
Sti c*zzo di rapper, che brutti
Non sembra rap, è una gara di rutti
Salute! A cent’anni!
Verso tequila col sale sui tagli
Brindo al male nel bene che si contrappone
L’importante è che se ne parli
Credo di avere vent’anni
Pezzi da cento, ventagli
Quando volevo drogarmi
Perché non sapevo che cosa inventarmi
Spiegami come funziona
Due vite per ogni persona
La seconda comincia
Quando capisci di averne una sola

Ah, yea, yea
Machete Mixtape, Smeazy boy, ah
Non vado a letto perché a letto faccio brutte pare
Ho un buco in petto come il tipo sul pacchetto Camel
Machete headquarter, tre di notte, nel mio forte
Parla Dio, bestemmio forte
Pregare non è il mio forte
Non faccio ferie
Non scelgo la vita, la vita ti sceglie
Non sono un cosplayer
Mi scordo il tuo nome, sei Ajeje
Stanotte una bomba
Poi dormo due giorni e smaltisco la sbronza
Adoro il lavoro dell’ombra
Mentre qua la gente si abbronza
Ye se, I need a dollar
Canna a bandiera, no colla
Dio della folla, tu ti fai il viaggio guardando Gomorra
In questo mare di m*rda, lo sai, devi barcamenarti
In questo mare di merda sono quello in barca a menarti
No, non sono il tipo che fa compere
Sono come Maradona o Pelè
A lei gliel’appoggio tipo “oppelè”
Ah, Smeazy boy ancora tira a tardi
Sono in pace come Indira Gandhi
Ma per voi altri ho la vetrina d’armi

Correlato:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.
Commenti