Madlib ha dichiarato di aver creato i beat di Bandana con il suo iPad.

Quanti di voi a casa possiedono un iPad o un altro tipo di tablet? Ok, quanti di questi hanno prodotto strumentali per un album con Freddie Gibbs? Ah, così pochi?

Il 28 giugno è uscito Bandana, l’album collaborativo di Freddie Gibbs e Madlib. Quindici tracce molto curate e ricche dal punto di vista strumentale e lirico di cui abbiamo scritto più ampiamente qui. Il giorno seguente Madlib ha scritto su Twitter di aver creato tutti i beat dell’album su di un iPad. Non è l’unico producer ad aver dichiarato di usare un tablet, Mannie Fresh ad esempio lo aveva usato per la base di Used 2 di 2 Chainz. Non è comunque consuetudine creare le basi di un intero progetto ufficiale su di un dispositivo mobile, per artisti di questa rilevanza.

La cosa che più stupisce è la ricchezza delle strumentali, ottenuta anche grazie ad un ampio uso di sample. Madlib aveva già dichiarato nel 2016 di aver usato un tablet per realizzare il beat di No More Party In LA di Kanye West, brano che contiene ben quattro sample. Gibbs aveva parlato di come fosse lavorare con lui e rappare sulle sue produzioni, in un’intervista a COMPLEX.

“I want him to take me to different levels of making music that I never knew I could unlock. It’s a certain way you gotta attack these beats. If anybody could rap ’em, then everybody would be doing it.”

PS. Nessun iPad è stato utilizzato nella stesura di questo articolo, né per l’ascolto di Bandana di Freddie e Madlib.

Commenti