Freddie Gibbs e Madlib sono online con Giannis, un singolo ispirato da un giocatore dell’NBA.

Il 28 Giugno 2019 uscirà Bandana, il secondo album collaborativo tra il rapper Freddie Gibbs ed il producer Madlib dopo l’acclamato Pinata. Da esso sono stati già estratti i singoli Flat Tummy Tea, la title-track e Crime Pays – quest’ultima accompagnata da relativo videoclip ufficiale – ma da questo venerdì abbiamo finalmente il piacere di poter ascoltare con le nostre orecchie Giannis, l’ultimo estratto da Bandana che vede la collaborazione del cantante RnB Anderson .Paak.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Giannis”⁣ ⁣ Featuring @anderson._paak ⁣ ⁣ Link in Bio⁣ ⁣ #BANDANA

Un post condiviso da Kane (@freddiegibbs) in data:

Giannis si tratta della prima collaborazione tra Paak e Gibbs, mentre con Madlib essi avevano già unito le forze in The Strip e The Waters contenuta nell’album del 2016 Malibu.

Inoltre, entrambi condividono la stessa città natale, Oxnard (Ventura, California, USA).

Quella con Anderson .Paak si tratta della seconda collaborazione svelata presente in Bandana, dopo quella col jamaicano Assassin nella title-track, ma Freddie Gibbs stesso aveva già rivelato la presenza dei due come di Yasiin Bey, Killer Mike e Pusha T, parlandone in un’intervista rilasciata dal magazine tedesco Juice e tradotta in inglese da un’utente Reddit:

“Sono tutti delle leggende. Ragazzi che rispetto e che a loro volta rispettano me. Inizialmente non volevo alcun featuring nell’album, ma poi è accaduto tutto all’ultimo come una benedizione. Il pezzo con Pusha T e Killer Mike è il mio preferito – e Pusha non l’ha fatto per farmi un favore. (che sia un’implicazione ad un eventuale featuring da parte di Gibbs in un futuro progetto di Pusha? Ndr) Credo che esistano un sacco di MC che hanno paura ad essere in una stessa canzone insieme a me. Guarda la copertina dei Freshman (Annuale selezione da parte del magazine statunitense XXL di giovani Mc, nel 2010 Gibbs è apparso insieme a Nipsey Hussle, OJ Da Juiceman, Wiz Khalifa, Pill, J. Cole, Jay Rock, Fashawn, Donnis e Big Sean, ndr) in cui sono apparso – eccetto che con Jay Rock (Freddie e Jay hanno collaborato in due singoli del primo, Rep to the Fullest e Krazy insieme a Jadakiss, ndr) non ho mai lavorato con nessuno di loro.”

Tornando a Giannis, il titolo – come si vedrà anche dal testo – è un riferimento al giocatore dell’NBA d’origine greca Giannis Antetokounmpo, che – al momento in cui il singolo è stato pubblicato – gioca nei Milwaukee Bucks.

Lo stesso giocatore ha scherzato più volte sul suo nome di difficile pronuncia ed in un’intervista con un cronista dell’ESPN ha specificato che si pronuncia “Yonnis”, in contrario a quanti credevano altrettanto.

Inoltre, la rima in cui avviene il diretto riferimento al giocatore è anche un’interpolazione ad una barra molto simile usata da Lil Wayne nel 2010 in 6 Foot 7 Foot: “Real Gs move in silence like Lasagna”. Freddie Gibbs riprende questa frase nel suo ultimo singolo e la rielabora così:

“Real G’s move in silence like Giannis
My Greek freak, we did a menage with a friend in St. Thomas”

Mentre ad Anderson .Paak viene affidato il ritornello e la terza strofa, la base è prodotta – ovviamente – da Madlib, che non si fa certo mancare la sua principale caratteristica di utilizzare campionamenti provenienti da canzoni/film molto vecchi, il tutto condito sempre da un filtro in vinile affinchè la traccia assuma un sapore vintage.

Questa volta nella produzione viene campionata la canzone indiana Aasman ke neeche, dal film Bollywoodiano del 1967 Jewel Thief, cantata originariamente da Kishore Kumar e Lata Mangeshkar; una parte “intatta” della canzone può essere udita sul finale della traccia, che recita “dietro di te, hai trascinato un mondo di amore”.

Potete ascoltare Giannis, il nuovo singolo di Freddie Gibbs insieme a Anderson .Paak e prodotto da Madlib tramite il link diretto Spotify qui sotto:

Commenti