Il video di Penso Diverso fa parte di Adversus, l’album dei Colle uscito lo scorso novembre.

Ricapitolando: lo scorso 16 novembre usciva Adversus, il quarto album in studio dei Colle Der Fomento, a distanza di 10 anni dall’ultimo progetto. Adversus parla del conflitto, una costante dei tempi contemporanei e una necessità per chi, come Danno e Masito, si è sempre voluto differenziare dal mainstream (sia musicale che ideologico).

Penso Diverso è una delle tracce che esplora ed esprime più a fondo questo concetto.

“Ma io penso diverso, cancello di nuovo
Cerco quello che non trovo
Non ubbidisco, esco dal coro
Distruggo e ricostruisco chi sono”

Pensare diverso rispetto all’idea che nella scena musicale valga tutto e che chi ha il successo e i numeri abbia anche ragione. Pensare diverso rispetto alla società che tende a distinguere le persone in vincenti e perdenti, in base a ciò che si possiede. Pensare diverso da chi pensa che la sicurezza si ottenga con il filo spinato o armando di più le forze dell’ordine.

È un confine sottile
Chi è dentro è dentro, chi è fuori è un bersaglio
Mentre sogni un fucile da puntare su ogni singolo errore
Ogni singolo sbaglio
E mi parli di chi sale e di chi scende, di chi vince e di chi perde
Quasi mi convinci che contano soltanto i primi, gli altri non valgono niente

Il video di Penso Diverso è molto semplice ma efficace nel comunicare l’atmosfera di oppressione causata dal pensiero dominante. Essere adversus non è un vezzo o una posa, ma un’attitudine che richiede fatica e sacrificio. Nella prima parte Danno rappa la sua strofa nell’oscurità davanti ad un camion pronto a partire. Nella seconda si vede Masito ammanettato e vestito da carcerato insieme ad altre persone nella sua stessa condizione.

La speranza è che escano molti altri videoclip estratti da Adversus, un progetto veramente denso di concetti e pensieri che meritano tutto lo spazio possibile.

Correlato:

Commenti