Testo di Grande di Izi.

Per ascoltare il testo di Grande di Izi clicca qui.

Conoscevo un ragazzo
Che restava giù al parco ad odiare un po’ tutti
Non si fidava neanche di se stesso
Perché era depresso, un po’ come gli adulti
Pensava a cosa voleva davvero
Anche se non era molto convinto
Pensava e pensava e passava il suo treno
Ma alla fine lo prese, era tutto dipinto
Lui odiava gli sbirri perché sono finti
Come la gran parte della gente intorno
Poi odiava chi giudica
Perché se giudica doveva avere un motivo di fondo
Poi odiava i politici, i preti, gli affitti, le diete
Le cose che non gli piacevano, i medici, i debiti
Scemi del c*zzo che sparano sempre per il suo Paese
Le chiacchiere, chiacchiere
Lui le affrontava non dandoci peso
Perché lo sfioravano
Cattedre, cattedre non lo educavano, no
Lo rendevano sempre più strano
Però quello strano era solo più forte
Qualche estraneo bussava alle porte
I treni passavano e lui le passava
Ed il tempo passava, giornate più corte
Diceva a se stesso

“Come stai messo?”
Dammi due minuti
“Come stai messo?”
C*zzo ti discuti?
“Come stai messo?”
Ho messo da parte la mia merda
“E come stai?”
Meglio, ya
Meglio, ye
Meglio, ye
Meglio
Ho messo da parte la mia m*rda
“E come stai?”
Meglio, ya

Come stai?
No, non penso a ciò che pensi te
Non ho mai dato peso a ciò che pensi te
Non sono te
Non mi fare domande
Non sono te
Io sto diventando grande, ya ehi
Io sto diventando grande, ya ehi
Io sto diventando, sto diventando, yeah yeah
Io sto diventando grande, yeah
Io sto diventando, sto diventan-, yeah

Sto diventando grande, frate sono un tornado
Duemila domande, sì ma sono tornato
Sono un soldato, odio lo Stato
Perché sono un lupo, sì da quando sono nato
Sai che sono il duca, pure in tuta
Abbassa i toni come Luca, abbassa la nuca
La gente mia, fra’ ti sputa, la tua mi giudica
Mi lavo l’ugola, comunichi con me
Sì, ma ti arriva la scomunica
Che pazzo, sono un pazzo
Fumo una nuvola in terrazzo, fra il mare piatto
È da quando il pupo si è distratto che sono un altro
Sono seduto sopra il clacson ma sto arrivando
Ti sto suonando, b*tch
Io sto diventando grande, ehi
Mi stai picchettando il glande, ehi
Sono Peter, ma se vieni in isola
Io ho una penisola gigante, ehi
Quello di cui ho bisogno già lo so dentro
Vorrei vivere in me stesso ma non ho tempo
Odio ridere, depresso, sto ore al cesso
Chissà che aspetto, lo specchio mi fa più vecchio
Qua mi sussurrano all’orecchio
Mi fissa Medusa, le meduse nel teschio
Canta la sirena, fumo cera
Sono una bandana vera con la mia bandana nera
Sono sotto sequestro

“Come stai messo?”
Dammi due minuti
“Come stai messo?”
C*zzo ti discuti?
“Come stai messo?”
Ho messo da parte la mia merda
“E come stai?”
Meglio, ya
Meglio, ye
Meglio, ye
Meglio
Ho messo da parte la mia m*rda
“E come stai?”
Meglio, ya

Come stai?
No, non penso a ciò che pensi te
Non ho mai dato peso a ciò che pensi te
Non sono te
Non mi fare domande
Non sono te
Io sto diventando grande, ya ehi
Io sto diventando grande, ya ehi
Io sto diventando, sto diventando, yeah yeah
Io sto diventando grande, yeah
Io sto diventando, sto diventan-, yeah

Possiamo

Correlato al testo di Grande:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.

Commenti