Lil Uzi Vert è tornato con un nuovo singolo e si toglie qualche sassolino dalla scarpa: ecco il video di Free Uzi.

Vi avevamo parlato giusto pochi giorni fa della situazione in cui si trova in questo momento il rapper Lil Uzi Vert, ma proprio in queste ore sembra essersi smosso qualcosa.

Il rapper di Philadelphia ha infatti pubblicato un nuovo singolo chiamato Free Uzi, lo stesso mantra diffuso tramite hashtag in giro per l’Internet promosso dai suoi fan e da lui stesso su Intagram. Il pezzo è stato pubblicato prima su Soundcloud, poi su Tidal, Deezer ed infine su YouTube con relativo video ufficiale caricato su un canale chiamato “Uzi Vert” creato apposta per l’occasione e non sul suo canale Vevo.

Niente SpotifyApple Music quindi per Free Uzi, c’è chi dice che ciò sia dato dalla sua recente firma per la Roc Nation, label musicale di Jay-Z che possiede il servizio di streaming Tidal – su cui è presente tutta la sua discografia in esclusiva insieme a Lemonade di Beyonce – mentre altre teorie suggeriscono che questa, insieme ad altre scelte (tra cui l’aumento di tonalità della sua voce o la scelta di non caricare la canzone sul suo canale ufficiale Vevo) sia solo un’assicurazione per non avere problemi di copyright.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 16 (@liluzivert) in data:

Free Uzi è stata registrata giusto tre giorni prima della sua pubblicazione, poiché in una storia condivisa dallo stesso Uzi su Instagram si vedeva il rapper impegnato a registrare le ad-lib per lo stesso pezzo riconoscibile in sottofondo.

Per Free Uzi è stata usata la base di Gangway – pezzo di G Herbo del 2012, al tempo Lil Herb – prodotta da DJ L Beats, che ha approvato la canzone ed ha smentito una fake news condivisa dal sito americano TMZ secondo cui la canzone sarebbe stata rimossa dai vari servizi per via di problematiche di copyright dovute alla base usata, commentando così:

“Il beat è mio al 100%, Lil Uzi Vert può farci il c***o che gli pare con la strumentale di Gangway”.

Nella canzone, Lil Uzi parla delle sue “battaglie legali” contro la sua stessa etichetta Generation Now, gestita da Don Cannon e DJ Drama, per cui firmò nel 2015 e che adesso, a detta dello stesso rapper, gli impedirebbero di pubblicare il suo ultimo album Eternal Atake.

Da quando vi abbiamo riassunto tutto il discorso nel precedente articolo, i due CEO della label hanno affermato che Uzi in realtà è sempre stato libero di poter rilasciare Eternal Atake e sui social continuano a supportare il brano – anche se al suo interno sono presenti numerose pesanti accuse ai due interessati – queste le parole di Dj Drama:

“Uzi dovrebbe far uscire EA [Eternal Atake, ndr] domani o qualsiasi giorno lui voglia. Ha il mio completo supporto insieme a quello di Cannon per rilasciarlo!”

Nella prima e nella terza strofa Uzi recita così a riguardo:

“Loro mi mentono, lui continua a coprirsi la faccia
Mi fanno schifo, verranno colpiti da una MAC oggi stesso
[…] Non posso fidarmi di nessuno di questi, potrebbero tradirmi
Sono comunque un milionario, ‘sta m***a non mi fa male
ma fa male a voi ed Io so la verità”

Ma le problematiche tra Lil Uzi e la Now Generation non sono gli unici temi trattati all’interno del pezzo, poiché – tornando a parlare della prima strofa – il rapper classe 1994 addirittura allude all’idea del ritorno con la sua ex-ragazza nonché fashion designer Brittany Byrd:

“Ricordo quando non servivo a quella ragazza
Non avevo soldi e non capivo perchè
Ora è tornata nel mio team, perchè ho le collane al collo”

Detta così in realtà sembra che non si tratti di vero amore, ma evidentemente ad Uzi non sembra interessare. Brittany è apparsa in ben due video suoi: Money Longer e P’s & Q’s, mentre a lei sono dedicate altre due canzoni: Scott & Ramona e Team Rocket.

Per quanto riguarda, invece, il video di Free Uzi è diretto da Qasquiat e, come già detto sopra, per motivi non conosciuti è stato pubblicato su un canale creato per l’occasione – alla ridotta qualità di 480p, stesso discorso per la pubblicazione della traccia su Soundcloud.

Potete vedere il video di Free Uzi qui sotto: buon ascolto e buona visione!

Vista la contorta storia attorno a questa traccia, nel dubbio vi lasciamo anche il link per ascoltarla su Soundcloud, oltre che una versione creata da un fan con la tonalità aggiustata (qui).

Commenti