Akran è fuori con il suo nuovo singolo Pezzo Grosso che vede la partecipazione di due fuoriclasse bolognesi, Brain Fno e Brenno Itani.

Bologna è stata una delle città natale di tantissimi rapper importanti della scena nostrana. Akran, classe 1990 e originario di Khartoum (Sudan), ha trascorso proprio lì la sua infanzia acquisendone la cultura hip-hop che aleggia tra i meravigliosi portici bolognesi.

Conosciuto prima con lo pseudonimo di “Young Bolo” dopo un trascorso di due anni ad Amsterdam, il “Principino di Asmara” torna a Bologna con la voglia di fare musica ma questa volta firmandosi con il suo vero nome Akran. Qui riscopre il suo amore per il rap, ma non solo, il suo intento è quello di diventare un Pezzo Grosso, titolo del suo secondo singolo estratto, dopo Vuoto d’aria, da Melting Pot Vol.1, il suo prossimo progetto da solista;

Ad accompagnare l’artista in questo suo nuovo brano non potevano mancare due pesi massimi della scena rap bolognese, sto parlando di Brain FNO e Brenno Itani, che impreziosiscono il pezzo con rime infuocate e un flow tagliente, caratteristico e tipico proprio di questa città.

Il video diretto da VivoRec vede i tre protagonisti rappare su una base prodotta da OG Beats, osannando le loro skill e dando un valore aggiunto al significato di questo brano. Una lezione di stile che solo pochi possono permettersi.

Essere un Pezzo Grosso significa avere le palle e il coraggio di uscire fuori e spaccare tutto e Akran con questo brano ne ha dato la dimostrazione. Ascoltandolo possiamo appunto dire che ha tutte le carte in regola per ricoprire una carica importante in questa nuova scena hip hop che ha bisogno di rapper potenti e di qualità proprio come lui.

“Non mi fido per principio, in confronto siete principianti.”

Commenti
Nata l’11 settembre all’epicentro di un terremoto, Destinata in quel momento a buttar giù quello che trovo" cit. Mistaman Mi chiamo Elena, e abito a Monza, ma se per caso passate per Sesto potrete trovarmi tra le tag di qualche muro, come Exena. Cresciuta tra i palazzi e i parchetti della periferia milanese, con la voglia di uscire dagli schemi, di differenziarmi dalla moda del momento. Zaino in spalla e cuffie nelle orecchie, il bum bum cha ha sempre dato ritmo al mio passo, ai treni presi per raggiungere le più disparate jam e poter condividere sempre, con più persone possibili, questa mia grande passione: l'hip hop