Novità importanti per Hyst: l’inedito Unicorni e un nuova parte in una serie TV.

Il rap italiano, così come quello internazionale, è cambiato di anno in anno sia dal punto di vista musicale che da quello mediatico, diventando piano piano una certezza nella prime posizioni delle classifiche collegate alla discografia. Spesso, però, molti snaturano il proprio stile per seguire la moda del momento e poter ottenere un maggior successo. Chi non l’ha mai fatto, a nostro parere (e non solo), è Taiyo Yamanouchi, conosciuto semplicemente come Hyst, e lo evidenzia lui stesso nel suo nuovo brano Unicorni, uscito oggi mercoledì 14 novembre.

Nel ritornello del brano, infatti, il rapper e attore ricorda il suo essere sempre controcorrente in una scena dove, fin troppo spesso, le fotocopie delle fotocopie hanno il sopravvento:

“Io sono quello che rappava quando il pop era per i cantanti
io sono quello che cantava quando i rapper non erano cantanti
io sono sempre stato la pecora nera,
quello che lo faceva in un’altra maniera”

Questi concetti sono ribaditi anche nelle due strofe – differenti per stile e flow – in cui Hyst dà prova della sua tecnica sopra una strofa prodotta da lui stesso, omaggiando anche il compianto Primo Brown:

“Io rappo con dono divino così come Primo fratello mio rest in peace”

Definito come un brano che “parla della sensazione di essere unici e speciali, quasi magici“, Unicorni di Hyst è stato accompagnato da un videoclip diretto da WONGROCK (YOND prod.) a Tokyo, città in cui ha recentemente girato un episodio della serie RAI L’ispettore Coliandro in cui è protagonista e che andrà in onda proprio questa sera.

L’unicorno è un simbolo di unicità che ben si addice alla carriera musicale , passata e attuale di Hyst e questo brano ne è una prova. Non possiamo che consigliarvelo: buon ascolto e buona visione!

Commenti