Eminem ha rilasciato “Killshot”, diss track in risposta a “Rap Devil” di Machin Gun Kelly.

La miccia accesa con “Not Alike” ha fatto esplodere la bomba: dopo i festeggiamenti di Machine Gun Kelly e la sua “Rap Devil“, Eminem ha deciso di scoprire le carte in tavola lanciando sul proprio canale YouTube un diss degno di questo nome.

Il fatto che Em avrebbe risposto al rapper del Texas non era scontato: durante un’intervista con Sway, infatti, il primo aveva detto la sua in merito al brano di MGK, dicendo che non si trattava di una “cattiva traccia” e che c’erano “alcune barre interessanti“. Eminem aveva aggiunto anche che non sapeva se rispondere o meno, in quanto: “lo voglio distruggere, ma non voglio renderlo più famoso“.

Contrariamente a queste dichiarazioni, la risposta è arrivata come un fulmine a ciel sereno nella serata di ieri: con “Killshot“, Eminem sembra volere mettere fine a questa storia e lo fa in un unico modo… polverizzando Machine Gun Kelly.

Il diss si apre con un riferimento al rapporto ambiguo che lega i due rapper: Machine Gun Kelly, infatti, ha sempre citato il collega di Detroit come una delle proprie ispirazioni più grandi per poi passare ad attaccarlo in ogni modo. Questo è anche un riferimento a “Rap Devil” dove MGK, al contempo, elogia Em come il “GOAT” e lo dissa. Tra le barre, per l’appunto, possiamo leggere:

“Wait, you just dissed me? I’m perplexed
Insult me in a line, compliment me on the next”

Eminem prosegue, facendo riferimento alle “accuse di vecchiaia” mossegli dal collega il quale lo aveva chiamato “cane” e definito “bizzarra” la sua “barba del ca**o“:

“But I’m 45 and I’m still outselling you
By 29 I had three albums that had blew”

Em non ne risparmia nemmeno una al proprio nuovo “nemico del ca**o“. Ne ridicolizza, infatti, l’entità del fan base affermando che il proprio è persino più numeroso di Cleveland (una delle città in cui MGK ha vissuto, ca. 400mila abitanti), gli prospetta la morte (dal punto di vista artistico, ovviamente!) volendolo comunque premiare con una “B per lo sforzo” di averlo dissato.

Non manca un riferimento allo scontro tra MGK e G-Eazy (“You dance around it like a sombrero, we can all see/You’re f****n’ salty/’Cause Young Gerald’s balls-deep inside of Halsey”) né punti più controversi destinati a far parlare molto di sé. Ci riferiamo, anzitutto, alle barre in cui Eminem ricorda le teorie secondo le quali Puff Daddy avrebbe orchestrato l’omicidio di 2Pac. Teorie utilizzate per ridicolizzare la carriera di Machine e ricordargli che non sarà mai in grado di ottenere una hit in classifica:

“But, Kells, the day you put out a hit’s the day Diddy admits
That he put the hit out that got Pac killed, ah!”

In secondo luogo, Eminem etichetta il collega come ridicolo paragonandolo ad Iggy Azalea, la rapper di origini australiane con la quale l’MC di “Lose Yourself” aveva avuto uno scontro diversi anni fa: MGK non verrà mai inserito in una lista con Jay Z e Notorious B.I.G., ma dovrà accontentarsi di essere accostato ad Iggy ed a Taylor Swift…

“You ain’t never made a list next to no Biggie, no Jay
Next to Taylor Swift and that Iggy ho, you about to really blow”

I continui riferimenti alla morte e gli altri elementi che abbiamo analizzato rendono questa “Killshot” una diss track in piena regola, dopo la quale non rimarrà nulla per MGK. Anche se quest’ultimo ha spinto un po’ di più sull’acceleratore in merito al flow, Eminem si conferma come il migliore tra i due: come se ci fosse bisogno di una conferma!

Poche ore fa, MGK ha annunciato l’uscita di un nuovo EP per il 21 di settembre, dopo aver dato alla risposta di Eminem un 6/10: questa mossa dimostra come il rapper di Cleveland si sia servito di questa storia per sole ragioni di marketing. Staremo a vedere se questo suo progetto conterrà l’ennesima risposta ad Em o se possiamo considerare conclusa la faida con “Killshot”.

Cosa ne pensate? “Rap Devil” o “Killshot”? Fatecelo sapere nei commenti!

Commenti