“Rap Devil” di Machine Gun Kelly è la risposta del rapper di Cleveland agli attacchi subiti in “Kamikaze”.

Era quello che maggiormente speravamo: vedere un botta e risposta gigantesco generato dalle varie frecciatine – se così lo vogliamo chiamare – che Eminem ha lanciato nelle barre di “Kamikaze“, il suo nuovo album ufficiale uscito a sorpresa venerdì 31 agosto. Passano tre giorni ed ecco che c’è la prima reazione ufficiale: “Rap Devil” di Machine Gun Kelly, la sua personale risposta agli attacchi del collega di Detroit, in particolare in “Not Alike“.

Qui Em riporta alla mente degli ascoltatori quel tweet in cui MGK definiva Hailie – sua figlia, all’epoca diciassettenne – “hot as f*ck“, decidendo così di dedicargli qualche barre ad hoc, in particolare:

“If you wanna come at me with a sub, Machine Gun
And I’m talkin’ to you, but you already know who the f*ck you are, Kelly
I don’t use sublims and sure as f*ck don’t sneak-diss
But keep commenting on my daughter Hailie”

Dopo aver celebrato il diss con una bottiglia stappata sui social network, il classe ’90  ha preso il microfono in mano e, sopra una strumentale prodotta da Ronny J, ha voluto dire la sua.

😈

Un post condiviso da FUCK RAP GOD IM THE RAP DEVIL. (@machinegunkelly) in data:

“Rap Devil” di Machine Gun Kelly sono quattro strofe di intero dissing, in cui il rapper di “Bloom” parte insultando la barba e le body guard del collega, per poi soffermarsi sulla differenze di età tra i due, citare i “mamma’s spaghetti” e “Lose Yourself” – aggiungendo che “Last time you saw 8 Mile was at home on a treadmill” – affermare che ha avuto paura a chiedere il numero di Rihanna e che, secondo lui, “the real Slim Shady can’t stand up“.

Per quando riguarda il tweet, MGK si stupisce di come ci abbia impiegato sei anni per dirgli ciò – “Mad about something I said in 2012/Took you six years and a surprise album just to come with a diss” – e di come non abbia potuto stare al gioco…

You wanted me to say sorry
I swear to God I ain’t believed him
Please say it ain’t so 
The big bad bully of the rap game can’t take a f*cking joke

Ma non è finita qua. Kelly nel corso delle sue barre critica l’album “Revival” definendolo “bad” come i suoi selfie, si collega al diss con Ja Rule in “Greatest” e, soprattutto, si presenta come una sorta di antagonista di Marshall:

“F*ck Rap God, I’m the Rap Devil”

Il tutto finisce poi con un carinissimo “already f*cked one rapper’s girl this week, don’t make me call Kim“… Staremo a vedere se ci sarà una controazione di Eminem, nell’attesa ascoltiamoci assieme “Rap Devil” di Machine Gun Kelly che, nel frattempo, è stato dissato anche da G-Eazy.

Buon ascolto!

Commenti