Hyst racchiude in “Starter Pack” alcuni dei suoi passati progetti.

Dopo alcuni problemi avuti con la pubblicazione su Spotify – ne ha parlato nel dettaglio sulla sua pagina Facebook – da Ferragosto è online “Starter Pack“, il nuovo progetto di Hyst che contiene al suo interno dischi pubblicati nel corso degli scorsi anni.

In queste due ore di rap, che potrebbero essere effettivamente utilizzate come starter pack per chiunque voglia iniziare a farlo come si deve, troviamo infatti diversi dischi che hanno consacrato Taiyo Yamanouchi come una delle penne migliori dello stivale. Schiacciando play si trovano, in sequenza, “Alto” (2012), “Hystory EP” (2012), “Come Non Fare Il Rap EP” (2016) e “Minuetto EP” (2016), per un totale di trentatré brani, impreziositi da collaborazioni di spicco come Primo, Grandi Numeri, Kiave, Jesto, Ghemon, Gemitaiz, Canesecco, Clementino e non solo.

Hyst Starter Pack

Prima dello “Starter Pack”, Hyst aveva pubblicato un nuovo inedito con tanto di videoclip, “Korea Del Nord“, di cui ce ne ha parlato in una recente bella intervista, in cui ha toccato altri argomenti come la nuova scena, la Blue Nox, film e non solo. Per leggerla cliccate qui.

Che questo progetto sia l’antipasto per qualche portata più grossa? Non lo sappiamo, sicuramente sarà un regalo molto apprezzato dai suoi fan che hanno così finalmente a disposizione su Spotify altri dischi del rapper romano oltre all’album ufficiale “Mantra“.

Di seguito lo streaming: nuovi rapper, usatelo con cura. Buon ascolto!

Correlato:

Commenti