Alla scoperta dei libri che hanno influenzato Tommy Kuti, l’Italiano Vero dell’Universal Music.

A marzo è stato pubblicato un disco importante per il nostro Paese, intitolato “Italiano Vero” e realizzato da Tommy Kuti, rapper che seguiamo da tempo ed entrato a far parte del prestigioso roster della Big Picture Mngmnt insieme a Fabri Fibra, Marracash e Clementino, non di certo gli ultimi arrivati nella scena.

Per l’occasione, il sottoscritto ha avuto il piacere di realizzare un’intervista – che potete leggere QUI – con il classe ’89, di origini nigeriane ma al 100% italiano e, tra le tante cose di cui si è parlato, ci ha raccontato quali sono i libri che, nel corso della sua vita ricca di esperienze e di rap, lo hanno particolarmente influenzato.

Scopriamo insieme cosa ci ha detto Tommy:

«Non me la sento di consigliarlo per la lunghezza delle pagine (ride, ndr), però l’Autobiografia di Malcolm X mi ha influenzato e cambiato la vita, perché ti fa inquadrare la storia e le difficoltà che il popolo nero ha avuto a livello mondiale. Leggerla mi ha motivato a capire il potere della parola.»

Il potere della parola, un potere che fin troppi sottovalutano – ambiente rap compreso – e che un personaggio storico come Malcolm X ha saputo sfruttare a supporto dei suoi ideali, che potete scoprire nel dettaglio in questo libro descritto dal New York Times – quando venne pubblicato, nel 1965 – come un “un libro brillante, pieno di sofferenza, importante“.

Dalla sua infanzia al suo assassinio – raccontato dal coautore del libro, il giornalista Alex Haley – passando per la reclusione in carcere e, ovviamente, il rapporto con la Nation of Islam, di cui divenne portavoce: in queste pagine c’è tutta la vita di Malcolm X, un uomo che ha fatto la storia nella lotta per i diritti degli afroamericani e che vi invitiamo a scoprire nell’autobiografia disponibile sia in italiano che in lingua originale.

Autobiografia di Malcolm X

Cambiando personaggio e genere, Tommy ci ha raccontato un’ulteriore lettura a cui è legato, anche questa non banale:

«Un altro libro che mi ha influenzato parecchio è stato “A Volte Ritorno” di John Niven, un romanzo che parla di Gesù che torna ai giorni nostri e diventa concorrente di “American Popstar”, una sorta di “X-Factor”. È un libro che ironizza un po’ sulla religione e su come Gesù, in realtà, potesse avere mille versioni differenti.»

Siamo un sito di informazione e approfondimento musicale e, perciò, non è certamente questo il luogo dove parlare di religione, tuttavia affrontare in chiave ironica e “aggiornata” la storia del figlio di Dio può sicuramente aiutare le persone a riflettere su alcuni aspetti, oltre che a ridere un po’ (che non fai mai male).

Una storia divertente (preferiamo non spoilerarvela ulteriormente), ben raccontata dallo scrittore scozzese e con diverse analogie con la vita di Gesù raccontata attraverso i Vangeli. Così come Tommy, anche noi ve la consigliamo.

A Volte Ritorno

Due libri differenti ma accomunati, entrambi, da un aspetto già sottolineato in precedenza: la parola. Tutti e due i protagonisti hanno fatto della parola la propria “arma” più forte e studiarli – sotto diversi punti di vista – può servire, senza dubbio, ad apprendere qualcosa per poterla utilizzare al meglio, come ha sempre cercato di fare con la propria musica Tommy Kuti, un rapper che invitiamo a tenere d’occhio.

Grafica di Matteo Da Fermo.

Commenti