Ospite di Link Up TV, Drake si è esibito con un nuovo freestyle, “Behind Barz”.

Dopo soltanto una settimana dall’uscita di “Scorpion“, Drake ha voluto regalare ai propri fan un nuovo freestyle: la ragione di questa scelta risiede, con molta probabilità, nelle critiche ricevute dal rapper in merito alle sue abilità. Molti, infatti, sono stato coloro che hanno messo in dubbio le capacità di Drake come rapper, soprattutto da quando ha raggiunto il successo con canzoni pop come “Hotline Bling” e “One Dance“.

Sopra di un beat hip hop minimal, il colosso della Young Money dimostra l’assoluta infondatezza di queste accuse: Drake sputa una rima dietro l’altra, dando ai propri ascoltatori alcune pause per il tramite del coro. Il senso di questo brano ci viene fornito dal titolo, “Behind Barz“: il rapper intende andare “oltre le barre“, cioè riflettere per un attimo su quanto ha dovuto passare di recente.

Troviamo, infatti, qualche riferimento alla sua faida con Pusha T (“I know so much sh*t that I cannot expose/I keep it inside and I laugh on my own“), alla volontà di lasciarsi alle spalle diverse faccende (“I wish you the best, let me know how it goes/Wanna be free and I wanna let go“) ed alla sua intenzione di fare piazza pulita di tutta la concorrenza (“I can’t name a rapper or girl I trust/I dream about turnin’ these yutes into dust”).

Nel mentre, “Scorpion” continua a conquistare un record dietro l’altro. Il disco, infatti, è da poco divenuto il primo album ad ottenere un miliardo di stream in una settimana: il primato apparteneva, in precedenza, a Post Malone che, con “Beerbongs & Bentleys“, aveva accumulato 700 milioni di riproduzioni in sette giorni.

New era. New platinum. Thank you a billion times over (a billion plus). 🦂

Un post condiviso da champagnepapi (@champagnepapi) in data:

Il progetto ha, inoltre, debuttato alla #1 della Billboard Hot 200 con la bellezza di 732,000 copie (delle quali 160,000 fisiche) ed ha piazzato ben sette canzoni nella top ten della Billboard Hot 100: Drake è, infatti, riuscito ad occupare la prima, la seconda, quarta, sesta, settima, ottava e nona posizione. Questo record apparteneva ai Beatles che lo conquistarono nel lontano 1964.

“Scorpion” si prepara ad essere uno dei bestseller di questo anno: i numeri che macinerà nei prossimi mesi saranno difficilmente eguagliati da altri artisti dato che pochi dispongono del potenziale commerciale di Drake.

Vi lasciamo il video del freestyle… cosa ne pensate? Avete già dato un ascolto a “Scorpion”? Fatecelo sapere nei commenti!

Commenti