A solo un anno dall’uscita di “Lungomare Paranoia”, oggi Mecna è fuori con “Blue Karaoke”.

Ieri a chi ha avuto la fortuna di partecipare al Release Party di Milano, grazie al concorso proposto per chi ha pre-salvato l’album su Spotify, il karaoke è toccato davvero! Oggi 22 giugno (la data comparsa al Miami Festival di Milano) invece, siamo giunti finalmente all’uscita di “Blue Karaoke“: il nuovo prodotto di Mecna, un album prodotto e distribuito da Universal Music.

Prima di addentrarmi nella breve analisi di oggi, vorrei soffermarmi proprio su questo aspetto. Molti di noi da questa nuova ‘collaborazione’ con la major label italiana, si aspettavano l’ulteriore salto di qualità dell’artista originario di Foggia, o magari una netta presa di posizione nella scena rap italiana: i risultati sembrano essere stati molto soddisfacenti.

“Blue Karaoke” si presenta come un disco moderno, stracolmo di sonorità del tutto nuove. Un aspetto fondamentale che viene fuori prepotentemente sin dai primi ascolti. Merito del ‘team’ (che così non ha mai definito lo stesso, spostando buon parte del merito alla grande amicizia che c’è tra i presi in causa), composto da Iamseife e Lvnar (con i suggerimenti di Alessandro Cianci), assieme alle graditissime partecipazioni di Big Fish, Yakamoto Kotzuga, Godblesscomputers e Generic Animal. Già noti per aver collaborato con Corrado anche in altri album e video.

Altre sorprese di cui si è già abbondantemente parlato durante questi giorni trascorsi dall’annuncio dell’uscita ad oggi (oltre quella già conosciuta con CoCo in “Tu ed Io“), sono le collaborazioni con Fabri Fibra in “Hotel” e l’attesissimo ritorno ai microfoni con Ghemon in “Ottobre Rosso”.

A partire da oggi Mecna presenterà l’album in un tour instore che toccherà le principali città italiane, dove sarà possibile acquistare il disco sia in formato cd che in vinile. Per scoprirle cliccate qui.

Cari appassionati, rifiatate. L’hype è finito: ora niente scuse e mettete in cuffia “Blue Karaoke”. Qui il link Spotify:

Commenti