Kiave ha pubblicato su Spotify il singolo “Alba Verde”.

In un momento come quello attuale, dove la new wave dalle sonorità trap ha invaso ogni città della nostra penisola e ha contaminato la gran parte degli artisti rap, un artista come Kiave è un’eccezione. Un rapper che si è sempre contraddistinto per gli storytelling e un rap impeccabile.

Anche questa volta l’autore in questione non si è lasciato influenzare da suoni che non siano “classici”, rimanendo attaccato al suo stile di sempre. L’inedito “Alba Verde” è composto da vari pensieri esternati dal rapper con un flow incalzante su una base tanto calma quanto empatica prodotta da Godblesscomputers.

“L’underground è una scelta,
non una scusa per fare cose a ca**o di cane alla svelta, 

non mi interesso del successo man, non ho dubbi,
che la chiave del successo non è piacere a tutti”

Essere underground non significa automaticamente non sentirsi arrivati o non avere ambizione. Per sostenere questo discorso basta pensare ad artisti del calibro di Rancore, MezzoSangue o Johnny Marsiglia, tre rapper che possono (devono) essere considerati dei valori aggiunti nella scena rap, senza per forza essere sempre sotto i riflettori di tutti.

Kiave sembra essere certo di voler prendere questa direzione, consapevole del fatto che il buon lavoro alla lunga ripaga. Questo singolo, dal titolo può far pensare a un nuovo inizio per lui e il 2018 pare essere un anno molto prolifico a livello di uscite discografiche. Che sia l’anteprima di un imminente nuovo progetto?

Vi lasciamo con lo streaming di “Alba Verde”. Buon ascolto!

Correlato:

  • Leggi anche il testo di “Albe Nere”.
Commenti