Abbiamo chiesto alla nuova voce femminile di Macro Beats, CRLN, le sue preferenze letterarie.

Quando la ascoltai per la prima volta, su una delle tante playlist che mette a disposizione il nostro amato Spotify mi chiesi realmente come fosse possibile mettersi così tanto a nudo in una traccia musicale. Ma CRLN è così: un’esplosione di sensazioni che perlopiù ridanno al nichilismo e alla tristezza, ma che al tempo stesso, ti culla con la dolcezza del suoi modi delicati. I suoi testi, se pur brevi, sono intrinseci di forti emozioni che vengono ulteriormente amplificate dall’architettura musicale elettronica costruita ‘ad hoc’ dal suo musicista Alberto Brutti (k.a.r.u).

Sicuramente dietro tutto questo sentimento c’è un’ispirazione dettata anche dai suoi gusti in ambito letterario, di cui abbiamo avuto il piacere di discutere qualche settimana fa:

«Mi piace leggere. Mi piace leggere tanto. La letteratura che preferisco in assoluto è quella giapponese. Ad esempio Banana Yoshimoto oppure Haruki Murakami. Adoro i loro libri! Però uno che di sicuro mi porto nel cuore è ‘Sonno profondo‘ di Banana Yoshimoto».

Il libro, pubblicato in Giappone nel 1989, raccoglie tre racconti che – citando l’autrice -“raccontano la notte di alcuni personaggi che si trovano in una situazione di blocco, in una fase in cui il flusso regolare del tempo si è interrotto“. Per saperne di più e acquistarlo clicca qui.

blank

Poi, CRLN, ha proseguito dicendoci che…

«Ultimamente, invece, mi sono divertita a leggere ‘L’uccello che girava le viti nel mondo‘ di Haruki Murakami. Li considero molto interessanti perché, anche se sono oggettivamente molto lenti, allo stesso tempo sono introspettivi e quindi mi ci ritrovo abbastanza nei loro racconti e nei ‘mood’ dei personaggi.»

Pubblicato a metà degli anni Novanta, il romanzo di Murakami – ambientato a Tokyo dieci anni prima – parla, in prima persona, di Toru Okada, del suo tentativo di ritrovare la moglie, che lo lasciò misteriosamente, e di altre sue “avventure”. Per saperne di più e acquistarlo clicca qui.

blank

Correlato:

  • Leggi l’intervista che abbiamo realizzato a CRLN.

Grafica di Matteo Da Fermo.

Commenti