Testo del brano “R.I.P.” di Noyz Narcos ft. Achille Lauro.

Per ascoltare “R.I.P.” clicca qui.

In terra siamo sempre stati i peggiori
Andremo in cielo sotto una pioggia di fiori
Poi rimpiangerete sti str*nzi qui fuori
A scrivere le nostre vite dentro le canzoni
Oggi tu non sai chi eri ieri
Adesso sai chi sei meglio di com’eri
Coi vestiti neri ancora
Perché è un film in bianco e nero che non si colora
Un ferro spinto sulla gola, sei fucked up, vola
Quando ho letto di quel lutto mi si è stretto il core
Che per queste storie di m*rda non trovo le parole
Che si ricordano solo se muori
Domani implori, soltanto un giorno di m*rda qua fuori
Resteremo vivi solo su ste tracce audio
La mia voce nello stereo dentro la tua auto
Che ogni macchina deve fa ‘n botto
Schiacci e tiri pugni sul cruscotto
È tutto tuo fino al primo blocco
Pischelli cresciuti sopra le panchine come noi
Coi motorini e le scarpe di gomma
Che da bambini sognavamo questa m*rda, poi
Metti le mani sotto la sua gonna
Metto le mani in questo impasto, dopo tre passaggi
Pensi che è m*rda finché non la assaggi
Mi faccio tutto il viale in contromano sopra a questi raggi
Non ci sta un cane morto nei paraggi

Al mio funerale, fra, coi Moncler
Questi ragazzi fuori, sì, come me
Noi che andiamo in cielo, sì, su un coupé
Il cielo resta il limite per chi è come me
Come me, come me
Come me, come me, come me
Come me, come me, come me
Come me, come me
Andremo in paradiso e l’inferno è qua fuori
Ho fibbie di cavalli sui miei i pantaloni
La polvere che si è portata via i migliori
Dio ricordati di noi, ricordati sti nomi
Prega per, per sti ragazzi fuori sì, come me
Noi che andiamo in cielo sì, su un coupé
Il cielo resta il limite per chi è come me
Come me, come me

Qua giù al quartiere non c’è più un cane
Smetti di cacciare quando non c’è più fame
Sto capitolo non è finito
La facciata è vuota come il mio frigo
Che ne sai, amico
Quanto costa questa m*rda, che ne sai? Niente
Costa sangue alla gente, per la gente
Dalle strade per le strade
Mette un frate contro frate
Come questo posto rende ‘ste persone avide, aride
Fiori morti su una lapide, anime al giro
Dentro al traffico sul cellulare
Come se non ci fosse meglio da fare
Dentro me un mare
Scrivici i nomi dei miei amici sopra le panchine
Dio ricordati di queste rime
Io non mi scordo da do’ so’ venuto, manco morto
Senza bagagli solo all’aeroporto

Al mio funerale, fra, coi Moncler
Questi ragazzi fuori, sì, come me
Noi che andiamo in cielo, sì, su un coupé
Il cielo resta il limite per chi è come me
Come me, come me
Come me, come me, come me
Come me, come me, come me
Come me, come me
Andremo in paradiso e l’inferno è qua fuori
Ho fibbie di cavalli sui miei i pantaloni
La polvere che si è portata via i migliori
Dio ricordati di noi, ricordati sti nomi
Prega per, per sti ragazzi fuori sì, come me
Noi che andiamo in cielo sì, su un coupé
Il cielo resta il limite per chi è come me
Come me, come me

Commenti