Online il video di “Framed”, terzo estratto dall’album “Revival” di Eminem.

Era da un po’ di giorni che Eminem stava dando sui social network qualche anteprima del nuovo estratto da “Revival” – il suo album uscito a dicembre dello scorso anno e non esente da critiche – e in cui già faceva intendere sia il titolo del brano che l’ambientazione stessa.

Sangue e omicidi. Sono questi i protagonisti del video di “Framed“, una clip lunga quasi sei minuti che inizia con un inviato in diretta al di fuori di una abitazione in cui vi è stato un omicidio e l’accusato è proprio Em, scomparso di recente da un ospedale psichiatrico. Diretto da James Larese, il video è un susseguirsi di immagini al limite della schizofrenia, con una serie di disegni che rendono ancora più peculiare la visione di uno dei brani del disco più apprezzati dai fan.

“But hey man, I was framed
I know what this looks like, officers
Please just give me one minute
I think I can explain, I ain’t murdered nobody
I know these words are so nutty
But I’m just here to entertain”

Così come nel video, anche nel brano Eminem è accusato di omicidio a causa di alcuni suoi testi che coincidono perfettamente con la descrizione di una scena del crimine. Il beat è di Fredwreck e, il brano, non rappresenta il primo esempio di tematiche “horror” da parte del rapper di Detroit: ricordiamo, infatti, “3 A.M.“, l’esempio forse più eclatante sotto questo punto di vista e in cui ci racconta di un serial killer che mette in discussione la sua sanità mentale ricordando una serie di omicidi.

Eminem, un ragazzo diventato presto uomo e che, con il passare degli anni, non smette mai di stupire mantenendo, comunque, sempre un certo legame con il suo passato. Vi lasciamo con il video di “Framed”, buon ascolto e buona visione!

Correlato:

Commenti