Testo del brano “La Finale” di Vegas Jones.

Per ascoltare “La Finale“ clicca qui.

Il fumo mi avvolge confuso ma forse ti vedo
Se Dio mi vede adesso sicuro mi toglie di mezzo
La strada l’abbatti soltanto a dadi e soldi per terra
Gli altri modi più di tanto non credere servano
Credimi non c’è niente come i giorni nel bando
Mi vengono i brividi ancora adesso se ci ripenso
La ragnatele, lo spettro, la nostra tele è uno specchio
Le catene si spezzano se è arrivato il momento
Quella prova del nove sopravvivendo a nove
L’appartamento è solo l’ennesima prova del mio talento
Comprare quel gioiello è stato un step, bella
Ma non sto permettendo che mi togli le Air da terra
La paura della guerra che sorge che mi sbilancia
La battaglia peggiore contro il mio karma confonde chi sbaglia
Ha tutto chiaro chi si sporge entro un lato della medaglia
La verità sta nel mezzo e allora abbaglia

Semino gli sbirri mentro fumo la mia weed
Non avrei mai detto sarebbe andata così
Sto vivendo il mio film
E metà casa è scomparsa, l’altra metà sta al mio fianco
Siamo pronti a questo e dopo ad altro, rompiamo la routine
Sto vivendo il mio film (x2)

Yeah yeah ok
Una canzone non merita ciò che sento
I fra sono d’accordo con me, mi dicono “Attento”
Presto farò qualcosa che mi stimoli
‘Sti quattro scemi limited
Non valgono il mio sogno senza limiti
No, non ho visto niente, no, non hai visto niente
Oh Dio che parli per me, dai tempi di “No, prof, assente!”
Dai, ma fai il serio, riprenditi,
Non puoi avere un nuovo armadio
Se quello che hai adesso è pieno di scheletri
Ma davvero? Chi ti credi di essere?
La poesia viene per prima, fra,
Come il commento di chi ti invidia
Sì, ma chi te l’ha chiesto?
Ti senti responsabile del fatto,
Che sto tutto perso il pomeriggio presto per caso
E le signore del palazzo mi dicono “Sei cambiato”
Non lo sai cos’ho passato a quel sesto piano
Non ho bisogno di sentirmi odiato
In fondo amato già lo sono stato
Quella troia mi è bastata e mi imbastisce ancora
Ho tutto quello che mi serve
Ma evidentemente non mi basta ancora
È tutto oscuro e freddo, come quando mi facevo in quattro
Lì mi davano solo quattro euro all’ora in nero, il resto è storia
Volevate la poesia? Eccola qua
Volevate Veggie B? Eccolo qua
Parlavate del mio team? Là là
Il tempo per restare in ballo
Abbiamo tutte le valigie fatte
Non sappiamo dove stiamo andando
È Belair, sì, sì, quello di “Onesto”
Ma cos’è onesto? Ti direi niente ma ora che ci penso
Giravo G di fumo senza aver paura
La fame mi ha dato questo, la fama
Un giorno darò indietro Caviale, puttane, champagne
Per festeggiare il mio successo
A tutte ‘ste domande già sto rispondendo
Da solo, che fico il mio lavoro
Un pacchetto d’ambizioni, un po’ d’ansia e collane d’oro

Semino gli sbirri mentro fumo la mia weed
Non avrei mai detto sarebbe andata così
Sto vivendo il mio film
E metà casa è scomparsa, l’altra metà sta al mio fianco
Siamo pronti a questo e dopo ad altro, rompiamo la routine
Sto vivendo il mio film (x2)

 

 

Commenti