Testo del brano “Io Sono MezzoSangue” di MezzoSangue.

Per saperne di più sul disco da cui è estratto “Io Sono MezzoSangue” clicca qui.

Chiuso nelle mie prigioni come Pellico, Zion
Apri i tuoi cancelli o te li sfondo col mortaio
Qua ognuno ha le sue celle, la sua prigione mentale ma
Sta vita è l’Enigmista e t’ha chiuso in testa la chiave
Sapessi elevare arte è parte della soluzione ma
Ansie e paranoie somigliano quasi al sole perchè
Sorgono sempre, tramontano sempre
E aiutano a guardare finché un giorno non le fissi attentamente e là
Finisce che ti bruci gli occhi
Io do valore a certe cose bravo tu che te ne fotti
Bravi tutti dentro bolle di niente pronti a morirci
Non ti ho chiesto di sentirmi, ti ho chiesto di sentirti
Sono spiccioli per un clochard, Gradini per salire gli inferi,
ma l’incipit è solamente l’incipit
Paura è malattia ma il coraggio è uno dei sintomi
Un uomo lo misuri dai suoi sogni o dai suoi incubi

Digli che non cedi, non li preghi
E che hai le braccia per rialzarti sempre
Digli che ci vedi in mezzo ai ciechi
Perché avere gli occhi aperti serve
Digli che c’hai il cuore con le spine, e poi
Che un giorno l’orizzonte vedrà le tue spalle
Che ammetterai a te stesso, io non sono voi (dillo!)
Io sono MezzoSangue

Un MezzoSangue non ha scelta, disagio in ogni posto
A un uomo libero sta stretta anche la libertà,
Ma un mostro lascia ogni ferita aperta
Lo spirito non perde sangue, scavami la carne
Dai, almeno là dovrai fermarti all’osso
Rendez-vous con l’arte e l’emozioni
Con chi prima di ascoltarle ha già in mano i pomodori
Gioco a carte con il mondo, là fuori, qua fuori
Ma ho in mano quadri e cuori dove regnano denaro e bastoni
So che un giorno cambieremo il mondo in fondo
Siamo tutto quanto a quello a cui puntiamo fino in fondo
Siamo i sogni che teniamo stretti giorno dopo giorno
Un uomo non è un uomo finchè è un uomo senza un sogno
Io lo so che un giorno sarò pronto, grande, un treno deragliante
Sulle rotaie dritto dalle strade degli “Oh daje!”
La mia strada parla già per me, lontana dalle tante altre
Io sono MezzoSangue

Digli che non cedi, non li preghi
E che hai le braccia per rialzarti sempre
Digli che ci vedi in mezzo ai ciechi
Perché avere gli occhi aperti serve
Digli che c’hai il cuore con le spine, e poi
Che un giorno l’orizzonte vedrà le tue spalle
Che ammetterai a te stesso, io non sono voi (dillo!)
Io sono MezzoSangue

Non conta quanto inciampi
Perché non riesci a renderti e a legarti con i falsi
Perché non riesci a spegnerti come hanno fatto gli altri
Sei nato mezzosangue in mezzo a purosangue e sappi
Non sei qua per sfilare o per il pedigree
Tu sei nato per lottare e sai perché sei qui
E non dare a me del grande che se in me che ti rispecchi
E te che vedi vuol dire che già in te c’è un MezzoSangue
Credi in te

Commenti