L’ennesimo cambiamento di Snoop Dogg è ufficialmente avvenuto con la pubblicazione dell’album gospel “Bible of Love”.

Fino a poco tempo fa in molti non pensavano potesse succedere realmente, ma quando ad inizio febbraio Snoop ha fatto l’annuncio ufficiale l’incredulità e la curiosità hanno colpito i numerosi fan che il rapper di Long Beach ha sparso in giro per il globo. A marzo sarebbe uscito il suo primo album gospel, “Bible of Love“, e quel giorno è finalmente arrivato.

Dopo averne avuto un assaggio il mese scorso, ora possiamo tutti scoprire cosa è riuscito a combinare questa volta Snoop Dogg, non nuovo a cambiamenti in termini di stile musicale, ma non solo. Negli ultimi anni lo abbiamo visto rasta, funk, creep e ora è il turno della religione grazie alla musica molto presente nelle chiese statunitensi, il gospel.

Calvin Cordozar Broadus Jr. – questo è il suo vero nome – ha affermato che sentiva il bisogno di farlo e, così, ha dato vita ad un album ricchissimo di brani (trentadue!!) e spiritualità, impreziosito dalle voci di tanti ospiti, da Feith Evans a Daz Dillinger, passando per October London, Chris Bolton, Uncle Chucc, The Zion Messengers, K-Ci, John P. Kee e tanti altri ancora.

Descritto come “un messaggio di pace e amore con un po’ di talentuosi artisti gospel“, “Bible of Love” suonerà totalmente diverso dai progetti precedenti di Snoop – tra l’altro non presente in tutte le tracce – ma non potrà che trasmettervi vibrazioni positive e chi lo sa, magari anche qualche input spirituale.

Fateci sapere cosa ne pensate. Buon ascolto!

Commenti